facebook twitter rss

Sopralluogo avvenuto, scuola Aporti verso la riapertura

PORTO SAN GIORGIO - Il progettista Gioventù in visita alla struttura con il sindaco Loira, gli assessori Di Virgilio e Gramegna ed il funzionario Sisi. Edificio ristrutturato con rinnovo degli impianti e dell'efficientamento energetico, tutto salvaguardando il carattere di storicità dello stabile. Per la realizzazione il Comune ha ottenuto un finanziamento ministeriale di 965 mila euro
Print Friendly, PDF & Email

 

A lavori praticamente ultimati è avvenuto oggi l’ultimo sopralluogo nella scuola dell’infanzia ex asilo Aporti.

Il progettista Giancarlo Gioventù ha accompagnato all’interno della struttura il sindaco Nicola Loira, l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Di Virgilio ed il funzionario comunale Stefano Sisi, seguiti in un secondo tempo anche dall’assessore all’istruzione Francesco Gramegna (nella foto).

I rappresentanti dell’amministrazione comunale hanno apprezzato i lavori eseguiti, le scelte fatte in favore della fruizione dei locali, gli ampi spazi sia interni che esterni. La scuola è pronta ad accogliere la sistemazione degli arredi, ultimo step prima che torni a suonare la campanella.

Gli interventi che sono stati portati avanti hanno riguardato la ristrutturazione dell’edificio ed il completo rinnovo dell’impiantistica in favore dell’efficientamento energetico. Il recupero ha tenuto conto della storicità dell’edificio collocato nel rione Gessare Cappellette, e le nuove norme ed esigenze della didattica. Per la realizzazione il Comune era riuscito ad ottenere un finanziamento ministeriale di 965 mila euro.

Durante la visita i tecnici si sono confrontati con i referenti della ditta incaricata per gli ultimi aspetti, dall’arrivo dei materiali per le finiture alla stesura dei tappetini esterni anti trauma per le attività ricreative dei prossimi piccoli ospiti. Seguirà l’ultima pulizia prima dell’ufficializzazione della data d’inaugurazione.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti