facebook twitter rss

Tulli (Lega): “Votato il bilancio di previsione ma per Capodarco poco o niente”

FERMO - "Molte sono le problematiche del paese che non possono più essere rinviate e che meritano una immediata attenzione - scrive Tulli -  a cominciare dalla ristrutturazione interna ed esterna della palestra comunale, fondamentale anche per poter svolgere le lezioni di educazione fisica per le scuole.
Print Friendly, PDF & Email

La recinzione della palestra comunale

 

“Nell’ultimo consiglio comunale l’amministrazione ha approvato il bilancio di previsione 2021-2023, ma nel corposo piano delle opere pubbliche, dove si prevedono cospicui investimenti per i vari quartieri di Fermo, poco o nulla è previsto per Capodarco”. Il consigliere della Lega Gianluca Tulli interviene in merito al futuro della frazione fermana lamentando una scarsa attenzione da parte dell’amministrazione Calcinaro.

“Molte sono le problematiche del paese che non possono più essere rinviate e che meritano una immediata attenzione – scrive Tulli –  a cominciare dalla ristrutturazione interna ed esterna della palestra comunale, fondamentale anche per poter svolgere le lezioni di educazione fisica per le scuole. La realizzazione di un parcheggio, nell’area prevista dal piano regolatore vigente, considerato la scarsità dei posti auto; un piano di asfaltatura nelle vie più dissestate, la realizzazione di un marciapiede in via Valloscura (entrata ovest del paese); l’integrazione di giochi per bambini nel giardino del Belvedere; strumenti per regolamentare la velocità di traffico nella strettoia di via Adriatica; ristrutturazione e manutenzione del Teatro Nuovo di Capodarco; oltre dar seguito, appena possibile, ad un aumento dei servizi e delle giornate di apertura della delegazione comunale. L’attuale piano delle opere pubbliche vede di sicuro la realizzazione di nuovi loculi cimiteriali, ma anche qui, oltre a dover sottolineare che, sostanzialmente, è un’opera che si autofinanzia e quindi è minimo l’investimento dell’amministrazione, bisognerebbe prevedere un progetto di ampliamento del cimitero, visto che non ci saranno più spazi interni da poter sfruttare per nuovi futuri loculi. Non convince nemmeno la voce ‘Adeguamento sismico scuola media Capodarco’, per un importo di 639.000 euro, opera lodevole nell’intenzione, ma, ad oggi, risulta finanziata sotto la voce ‘altro’, che spesso nel piano delle opere pubbliche vuol dire vedere la realizzazione a babbo morto, come ad esempio ‘l’ampliamento spogliatoi Capodarco’, riportata da anni nel piano delle opere pubbliche, ma mai realizzata.
Come consigliere comunale ho già sollecitato l’intera giunta affinché possa correggere l’indirizzo politico e il piano delle opere pubbliche previste su Capodarco e visto anche che molti sono stati i candidati locali, alle ultime elezioni comunali, che hanno sostenuto l’attuale sindaco e la sua amministrazione, Capodarco non merita una così scarsa considerazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti