facebook twitter rss

Codici non corretti, la beffa per molti over 70 impossibilitati nel prenotare il vaccino: “Verremo scavalcati da tutti”

VACCINI - Il risultato? Un disastro. Nessuna possibilità di accedere alla prenotazione del vaccino (non si sa fino a quando), con tutte le conseguenze del caso, ovvero vedersi 'sorpassati' da chi ha avuto la fortuna di avere il proprio nome inserito correttamente.
Print Friendly, PDF & Email

 



AGGIORNAMENTO DELLE ORE 16.20: Dopo una raffica di proteste i nominativi mancanti sono stati inseriti nel portale e anche coloro che si erano visti esclusi hanno potuto riprenotare. LEGGI L’ARTICOLO

 

di Paolo Paoletti

L’attesa giornata  è arrivata. Dalle ore 12 di oggi sono state aperte anche nelle Marche le prenotazioni per la vaccinazione della fascia di età dai 70 ai 79 anni. E’ possibile prenotare attraverso il portale di Poste Italiane https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o tramite il numero verde 800.00.99.66 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18).

E proprio questa mattina, all’atto della prenotazione, non sono mancate le sorprese. Di fronte a molti che hanno visto la propria registrazione andare a buon fine, sono sempre più numerose le segnalazioni di soggetti aventi diritto che si ritrovano respinti dal sistema di prenotazione (sia online che telefonico) in quanto i loro dati non risultano presenti nel database.   Un problema durato fino a circa le ore 16.

Il risultato?  Nessuna possibilità di accedere alla prenotazione del vaccino (senza sapere fino a quando), con tutte le conseguenze del caso, prima delle quali vedersi scavalcati da chi ha avuto la fortuna di avere il proprio nome inserito correttamente.

E così si assiste a coppie di coniugi che si ritrovano con moglie prenotata e marito no, o viceversa. Nipoti che si ritrovano con una prenotazione per i loro nonni spezzata a metà con uno dei due impossibilitato nella registrazione.  Altri ancora, pazientemente al pc o al telefono in attesa dello scoccare di mezzogiorno, che si trovano esclusi dalla possibilità di mettersi in lista. 

Non finisce qui. Chi ha avuto modo di prendere la linea e parlare con gli addetti nel numero verde si è sentito dire che in effetti ci sono dei problemi con la registrazioni di molti nominativi. In realtà le risposte da parte dei centralinisti sono state molteplici: dai dati inseriti in maniera non corretta ai nomi che non sarebbero stati ancora caricati. Risposte differenti che hanno contribuito a creare ulteriore confusione tra coloro che si sono visti esclusi senza alcuna ragione.  Morale della storia è che i soggetti in questione verranno inseriti in una lista con la quale si provvederà ad apportare tutti gli aggiornamenti del caso. La telefonata si conclude con: “Richiami tra una settimana o riprovi sul sito tra un paio di giorni”. Fortunatamente i tempi sono stati ben più corti. Nel giro di circa quattro ore i nominativi mancanti sono arrivati. 

Non parliamo di sfortuna, ma di una vera e propria inadempienza del sistema che ha escluso temporaneamente dalla possibilità di registrarsi molti over 70 aventi diritto e che si troveranno, impotenti, superati cronologicamente da chi ha avuto la fortuna di essere presente nelle liste. E cosi moglie e marito si troveranno a fare il vaccino a distanza di settimane, se non mesi. Anche la redazione di Cronache Fermane è inondata di telefonate: “Chissà quando toccherà a noi  a questo punto, abbiamo aspettato tanto le ore 12 per chiamare e ora verremo superati da tutti“, “I miei genitori di 78 e 77 anni si trovano uno prenotato e l’altra no vergogna“, “Non ho parole …sono ore che provo“,  “È scandaloso mi dicono che e sbagliato il codice sanitario, mi domando fino a oggi tutte le volte che è stato presentato per prestazioni chi ha pagato se era sbagliato, nessuno se ne accorto”.

Una problematica non imputabile ai Comuni. Tant’è che anche il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, di fronte alle crescenti proteste, ha tenuto a puntualizzare con una nota sui social: “Oggi alle 12 sono iniziate le prenotazioni sulla piattaforma della Regione Marche e Poste Italiane, via email e telefono: personalmente per due parenti che sono riusciti altri 2 non riescono…vi chiedo per favore di segnalarmi chi ci E’ RIUSCITO e chi NO. Per poter rappresentare la situazione del territorio in Regione. Ah…lo ripeto perchè per qualcuno pare che voler informare equivale a gestire….la piattaforma di registrazione è Regionale, in convenzione con PosteItaliane…quini non vi accalorate perchè  ‘non glie posso fa niente ‘! Il Comune non c’entra nelle prenotazioni…cerchiamo solo di informare per tempo!”.

 

Prenotazioni per over 70, risolto il problema dei nominativi: ora tutti gli aventi diritto possono prenotarsi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti