facebook twitter rss

Cristina Marinelli nuova delegata al Coni di Fermo

SPORT - 46 anni, psicologa e psicoterapeuta. Tra le sue specializzazioni quella in psicologia dello sport. Il presidente regionale Luna: «Subito al lavoro per vincere le difficoltà di questo momento, dalla pandemia alla riforma dello sport da concludere. Gli operatori dello sport contano su di noi»
Print Friendly, PDF & Email

 

Cristina Marinelli, nuova delegata Coni per la provincia di Fermo, subentra all’uscente Vincenzo Garino

ANCONA –  Nominati i nuovi delegati provinciali del Coni Marche.

Come previsto dallo statuto e dal relativo regolamento delle strutture territoriali, il neo eletto presidente, Fabio Luna, al suo secondo mandato, ha designato i rappresentati territoriali. Rinnovata quasi completamente la squadra.

Ad Ancona viene confermato Enrico Picchio, alla guida del Coni Point da giugno 2019. Nato ad Osimo, 38 anni, dal 2018 ricopre la carica di vicepresidente del Panathlon di Osimo e precedentemente fiduciario Coni per la Valmusone. Ad Ascoli Piceno, Cristina Celani subentra ad Armando De Vincentis. Trentasei anni, campionessa e maestra federale di tennis. Ha maturato esperienze nel campo dell’organizzazione di eventi sportivi.

La quarantaseienne Cristina Marinelli è la nuova delegata di Fermo. Raccoglie il testimone di Vincenzo Garino. Psicologa e psicoterapeuta, tra le sue specializzazioni quella in Psicologia dello sport.

Al Coni Point di Macerata fa il suo ingresso Fabio Romagnoli, che succede a Giuseppe Illuminati. Romagnoli, 54 anni, è presidente dell’Atletica Avis Macerata. Ha vestito la maglia azzurra nel 1984, nella specialità dei 1.500 metri. A Pesaro il testimone di Alberto Paccapelo è stato raccolto dalla trentasettenne Ludovica Fontana, cresciuta nel basket ora impegnata nella pesistica, esperta in organizzazione di eventi sportivi.

«Tra i primi compiti del presidente del Coni Marche c’è la nomina dei delegati provinciali. Un ruolo particolarmente importante considerato che la situazione attuale, segnata dalla pandemia e dalla riforma dello sport non ancora conclusa, ci chiama a responsabilità maggiori – ha affermato il presidente Luna –. Gli operatori sportivi contano su di noi e dobbiamo metterci subito al lavoro e sono certo che questa squadra non si risparmierà nell’essere al fianco del mondo sportivo».

Sulla scelta di cambiare quasi completamente le persone alla guida dei Coni Point provinciali, Luna ha precisato: «Non si tratta del venir meno della fiducia ai precedenti delegati, ma voler ispirarsi ai principi relativi alla durata degli Organi del Coni e della rappresentanza di genere. Immutata resta la stima verso i delegati uscenti, con i quali in questi ultimi quattro anni c’è stata sempre una stretta e proficua collaborazione e grazie ai quali la presenza del Coni è sempre stata costante sui territori. A loro va il mio più sincero ringraziamento per il lavoro svolto e per l’impegno dedicato al loro ruolo, sicuro che continueranno a dare il loro contributo al movimento sportivo. Ai nuovi delegati – ha concluso Luna – il mio grazie per aver accettato la nomina ed il mio augurio di buon lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti