facebook twitter rss

Lunedì di Pasqua all’insegna dell’anti-Covid per i carabinieri: 11 sanzioni

CONTROLLI - Nella giornata di ieri, su tutto il territorio provinciale, i carabinieri hanno eseguito specifici controlli per il rispetto della normativa anticovid-19, procedendo complessivamente all’ispezione di 35 esercizi pubblici, parchi, giardini, ed altri luoghi di assembramento
Print Friendly, PDF & Email

Sono proseguiti anche il lunedì di pasqua i controlli dei carabinieri del comando provinciale di Fermo. Undici le persone sanzionate in via amministrativa, per violazioni sulla normativa anticovid-19.

Anche ieri, lunedì di pasqua, come preannunciato nei giorni scorsi, sono stati messi in campo tutti gli uomini del comando provinciale dei carabinieri di Fermo.
Nella giornata di ieri, su tutto il territorio provinciale, i carabinieri hanno eseguito specifici controlli per il rispetto della normativa anticovid-19, procedendo complessivamente all’ispezione di 35 esercizi pubblici, parchi, giardini, ed altri luoghi di assembramento.
Nell’occasione sono stati sottoposti a controllo complessivamente 242 veicoli e 296 persone identificate.
Undici dei soggetti controllati, si diceva, sono stati sanzionati in via amministrativa per il mancato rispetto della normativa vigente. Cinque sono stati sanzionati dai militari della stazione di Montegranaro, coordinati dal luogotenente Giancarlo Di Risio, sorpresi fuori dal comune di residenza, in assenza di legittima motivazione. Tre sono stati “pizzicati” a Porto Sant’Elpidio dai carabinieri della locale stazione, coordinati dal luogotenente Corrado Badini, due perché passeggiavano, in luogo pubblico, senza la prevista mascherina, non rispettando il previsto distanziamento sociale. L’altro è stato pizzicato fuori dal suo Comune, in assenza di valida motivazione. Anche a Porto San Giorgio i militari della locale stazione, guidati dal maresciallo maggiore Antonio D’Amato hanno contestato ad un soggetto la sanzione amministrativa per essere uscito fuori dal Comune di residenza, senza valida motivazione.
Infine anche i carabinieri di Servigliano,  diretti dal maresciallo maggiore Roberto Fontana hanno proceduto nei confronti di due soggetti che, in luogo pubblico, non facevano uso delle previste mascherine, non osservando le previste distanze di sicurezza. I controlli proseguiranno, evidentemente, anche nei prossimi giorni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti