facebook twitter rss

Autotrasportatori Cna Fermo, Tomassini confermato presidente “Settore in grave difficoltà”

ASSEMBLEA - La Cna, con l’occasione, ha ribadito la richiesta di esonero della tassa di possesso per le imprese di trasporto persone. Cna: "Sarà interessante per noi proseguire nell’offrire contributi ed idee per cogliere, nella ridefinizione degli obiettivi e modalità, alcune possibilità di miglioramento e redistribuzione del servizio ai cittadini marchigiani riavvicinandoli a trasporto collettivo"
Print Friendly, PDF & Email

Autotrasportatori di Cna territoriale di Fermo, Emiliano Tomassini confermato alla presidenza. 
L’assemblea territoriale della Cna Fita di Fermo, alla conclusione della parte convegnistica intitolata provocatoriamente ‘In attesa dei droni, ascolto e confronto sui problemi del trasporto merci e persone’ ha riconfermato per il nuovo quadriennio associativo presidente di mestiere del settore autotrasporto Emiliano Tomassini, imprenditore autotrasportatore di Monte San Pietrangeli. Il gruppo di lavoro che per l’occasione si è costituito in affiancamento a Tomassini vede la presenza di Stefano Mignani, titolare dell’omonima impresa di trasporto persone di Porto San Giorgio, e Moira Concetti, imprenditrice socia dell’azienda Fratelli Concetti Autotrasporti di Monte Giberto.

Emiliano Tomassini

L’assemblea, che si è svolta congiuntamente alle Cna di Macerata ed Ascoli Piceno, ha visto gli interventi del presidente regionale della Cna e presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini, del portavoce regionale trasporto persone della Cna Marche Simone Magellano, di Riccardo Battisti responsabile regionale del settore autotrasporto della Cna, di Massimo Capriotti, direttore territoriale del confidi Uni.Co.. All’evento, seguitissimo on-line da imprenditrici e imprenditori del settore, sono intervenuti il professor Stefano Pollastrelli, direttore del dipartimento di giurisprudenza dell’università di Macerata e docente ordinario di diritto della navigazione e dei trasporti, l’assessore regionale Guido Castelli coinvolto nella sua molteplicità di deleghe ed in particolare quelle riferite ai trasporti e alle reti regionali di trasporto, bilancio e credito. La presenza dell’assessore Castelli è stata occasione per la Cna di rappresentare approfonditamente le difficoltà specifiche del settore, problemi che la pandemia ha esasperato.
Il trasporto persone – spiegano, appunto, dalla Cna – è fermo da ben prima del lockdown di marzo 2020, con i viaggi di istruzione sospesi sin dall’inizio del vecchio anno scolastico ed inoltre poco ha funzionato l’integrazione con il complessivo del Trasporto Pubblico Locale. Pochi e modesti i ristori che, peraltro, non possono rappresentare la soluzione per la sopravvivenza delle imprese. La Cna, con l’occasione, ha ribadito la richiesta di esonero della tassa di possesso per le imprese di trasporto persone. Il trasporto merci, in continua contrazione nel numero di imprese con diminuzione superiore alle medie degli altri settori economici, sconta anche tutte le difficoltà che il rallentamento complessivo dell’economia territoriale sta registrando che si aggiungono a quelle logistiche della carenza di infrastrutture, di minaccia ai bilanci aziendali derivante dagli aumenti incontrollati del costo del gasolio a cui rischia di aggiungersi la sciagura, perché tale sarebbe, dell’azzeramento dei rimborsi delle accise sul gasolio stesso.

L’assessore Guido Castelli

L’attenzione che l’assessore Castelli ha riservato alla vasta e molteplice rassegna di criticità e problemi lascia ben sperare nel fattivo sostegno dell’azione sia politica, sul fronte delle scelte strategiche per porto, aeroporto e rete di viabilità nazionale e locale, sia amministrativa con la verifica di decontribuzioni per il settore.
Aprendosi anche il grande tema dei rinnovi dei piani di trasporto pubblico, sarà interessante per Cna Marche proseguire nell’offrire contributi ed idee per cogliere, nella ridefinizione degli obiettivi e modalità, alcune possibilità di miglioramento e redistribuzione del servizio ai cittadini marchigiani riavvicinandoli a trasporto collettivo”.
Dopo la parte convegnistica, il direttore della Cna di Fermo Alessandro Migliore, al pari dei suoi colleghi per i rispettivi territori, ha guidato lo svolgimento della parte assembleare relativa alla provincia fermana per il rinnovo delle cariche del settore autotrasporto, secondo il nuovo statuto della Cna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti