facebook twitter rss

Torna ”Aiutamo il Mare”, Comune e Lipu aspettano tutti nel week end

PORTO SAN GIORGIO - Ritrovo sabato 24 aprile, ore 9.30, in piazzetta Silenzi per la raccolta della plastica abbandonata in spiaggia. Un momento organizzato in collaborazione tra la locale municipalità e l'associazione di Fermo, con lo scopo di sensibilizzare sul tema dell’inquinamento e della tutela dell’ambiente
Print Friendly, PDF & Email

 

Sabato 24 aprile torna l’iniziativa “Aiutiamo il mare”.

L’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Porto San Giorgio e la Lipu Fermo, ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’inquinamento e della tutela dell’ambiente attraverso la raccolta dei rifiuti abbandonati sulla spiaggia.

“Nonostante le questioni ambientali abbiano un ruolo sempre più centrale nell’opinione pubblica, è ancora necessario promuovere iniziative del genere, in grado di coinvolgere famiglie, bambini, giovani ed adulti in un atto concreto verso l’ambiente” sottolineano i consiglieri comunali Christian De Luna e Giacomo Clementi, a nome del gruppo Psg Lab e promotori dell’iniziativa nata tre anni fa da un’ idea di due ragazze del territorio, Giulia Cecchi e Anna Wolf.

La partecipazione è aperta a tutti. L’appuntamento è sul lungomare Gramsci, in piazzetta Silenzi, dalle ore 9.30. Ad ogni partecipante saranno forniti guanti monouso e sacchi per effettuare la raccolta differenziata: chi arriverà dopo le 10 al punto di ritrovo troverà sempre un responsabile che fornirà il materiale occorrente. Alla fine sarà il personale della San Giorgio Distribuzione Servizi ad occuparsi della raccolta e del conferimento in discarica del raccolto.

Tutte le attività si svolgeranno nel rispetto delle norme anti Covid, mantenendo le distanze di sicurezza e indossando la mascherina. “Invitiamo tutti i sangiorgesi a dare il loro contributo, anche per pochi minuti, per veicolare un segnale importante. L’inquinamento, soprattutto quello dovuto alle plastiche, è un nemico comune che sta condizionando le nostre vite e ancora di più quelle delle future generazioni. Con un piccolo gesto si può davvero fare la differenza, soprattutto dal punto di vista culturale ed educativo”, concludono i due consiglieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti