facebook twitter rss

Violano le norme anti-Covid e spunta anche la droga ‘d’asporto’: inseguito e bloccato dalla Polizia

FERMO - E non potevano mancare, anche questa volta, sanzioni al Codice della strada per la mancanza dell’assicurazione obbligatoria di veicoli controllati parcheggiati in aree pubbliche. Due anche ieri.
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Se i numeri dei controlli possono contribuire a rendere l’idea dell’impegno della Polizia di Stato nel territorio fermano, anche quelli di ieri confermano la presenza del presidio del territorio per la sicurezza dei nostri concittadini. Sono state infatti 232 le persone identificate e 174 i veicoli sottoposti a verifica in 24 ore.
Attività ordinarie di controllo del territorio e straordinarie, svolte soprattutto sulla costa, per la prevenzione dei reati e la verifica del rispetto delle normative per la tutela della salute e per il contrasto alla diffusione della pandemia attuate dagli equipaggi della Questura, dalle Volanti e dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara.
Ed anche ieri il quartiere di Lido Tre Archi è stato blindato con controlli sulle strade interne e nei luoghi di aggregazione spontanea, portando all’identificazione di 98 persone ed al controllo di 70 veicoli, la maggior parte dei quali con l’importante contributo dell’unità cinofila della Guardia di Finanza.
Accertamenti in alcuni condomini e nei pressi degli esercizi pubblici. Vicino ad un’attività commerciale è stato controllato un giovane civitanovese segnalato dal cane della Finanza come detentore di sostanza stupefacente. In effetti il ragazzo ha consegnato ai poliziotti una dose per uso personale di hashish che è stata sequestrata mentre il soggetto, oltre alla segnalazione alla Prefettura, è stato sanzionato amministrativamente per la mancanza al seguito della mascherina di protezione e per la violazione del divieto di spostamento dal Comune di residenza senza giustificato motivo.
Altra segnalazione alla Prefettura per il possesso, per uso personale, di una dose di eroina. Un uomo di circa 40 anni sangiorgese, è stato notato uscire frettolosamente da un palazzo di via Pietro Nenni e salire a bordo di un’auto lasciata con il motore acceso nei pressi dello stabile. Rilevato il comportamento anomalo, la Volante si è messa all’inseguimento del veicolo, bloccandolo sulla SS16. Sceso dalla vettura il conducente, il personale ha rilevato la presenza, nella tasca dei suoi pantaloni, di un contenitore per occhiali all’interno del quale hanno rinvenuto tre siringhe ed un involucro contenente sostanza stupefacente identificata dalla Polizia Scientifica del tipo eroina della quale il detentore ha ammesso di essere un saltuario assuntore. Sulla fonte del rifornimento ‘da asporto’ nel palazzo di via Pietro Nenni sono in corso accertamenti investigativi.


Oltre alla segnalazione alla Prefettura ed al ritiro della patente di guida, l’uomo è stato sanzionato per la violazione del divieto di spostamento ingiustificato dal Comune di residenza e la sua auto è stata affidata ad un amico.
Altra sanzione amministrativa di 400 euro a carico di un uomo di circa 50 anni della zona identificato in area pubblica per la violazione dell’obbligo di indossare e di avere la immediata disponibilità del dispositivo di protezione delle vie aeree.
Ed ancora, sanzioni anti-Covid elevate nei confronti di due giovani controllati dalla Volante a bordo di un veicolo, per la violazione del coprifuoco senza giustificato motivo, per il mancato rispetto della distanza interpersonale di sicurezza, per la mancata disponibilità e il non utilizzo delle mascherine di protezione e per lo spostamento dal Comune di residenza senza giustificato motivo; sanzioni amministrative raddoppiate in quanto recidivi. Inoltre il conducente che non aveva al seguito la patente di guida è stato sanzionato per la violazione dell’articolo 180 del Codice della strada.
E non potevano mancare, anche questa volta, sanzioni al Codice della strada per la mancanza dell’assicurazione obbligatoria di veicoli controllati parcheggiati in aree pubbliche. Due anche ieri. La loro destinazione è stata una depositeria autorizzata dove li hanno portati i carri attrezzi mentre ai proprietari sarà recapitata una salata contravvenzione.
Controlli a tutto campo e senza tregua nel quartiere del litorale fermano e anche questa volta concreti risultati per la legalità, la salute e la sicurezza dei cittadini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti