facebook twitter rss

Campionato Primavera: successo interno della Fermana, lesta ad imporsi sul Gubbio

CALCIO - I ragazzi di mister Mercanti, sull'erba della struttura del quartiere fermano di Campiglione, grazie alle reti di De Dominicis e Tarulli hanno superato per 2-1 i pari età eugubini. A nulla è valsa la realizzazione di Pauselli, attaccante umbro in forza al tecnico Argentina
Print Friendly, PDF & Email


CAMPIGLIONE DI FERMO – Torna al successo la Primavera di mister Andrea Mercanti che supera 2-1, al termine di un match realmente molto intenso ed equilibrato, il Gubbio.

Proprio la formazione umbra aveva tenuto a battesimo nel girone di andata i giovani gialloblù che hanno ritrovato il pieno in un match assolutamente tutto da seguire.

IL TABELLINO

FERMANA 2: Fatone, Diouane, Malara, Tarulli, Del Rosso (71’ Sciamanda), Altieri (61’ Markiewicz), Ley (61’ Toro), Lorenzoni (80’ Bottoni), De Dominicis (71’ Danto), Santilli, Mancini
A disposizione: Tolomeo, De Carolis, Germani, Mancaccio, Fiorista. All. Mercanti

GUBBIO 1: Montanaeri, Guerri, Crescentini, Roscini (54’ Costrantini), Lentini (76’ Pelliccia), Giacometti, Rossi, Gaia (70’ Bocci), Nacciarriti, Ruggeri, Pauselli (54’ Ceppodomo). A disposizione: Vagnetti, Conti, Farinelli, Lagnacci, Fabbretti, Tiny, Malafronte. All. Argentina

ARBITRO: Paoloni di Ascoli

RETI: 24’ De Dominicis, 36’ Pauselli, 51’ Tarulli

NOTE: Ammoniti Toro, Ruggeri, Ceppodomo, angoli 6-7, recupero 1′ + 5′

LA CRONACA

Parte meglio la Fermana che trova la zampata vincente dopo appena 24 minuti grazie a De Dominicis, ancora una volta a segno con la maglia gialloblù.

Il Gubbio non ci sta e nella parte finale della prima frazione ristabilisce l’equilibrio grazie a Pauselli.

Il primo tempo si chiude in parità ma la ripresa si apre subito con la svolta della gara. Siamo al 51esimo quando Tarulli è il più lesto di tutti e scaraventa in rete una palla vacante in area di rigore ospite, decidendo di fatto la gara.

A nulla vale la spinta finale degli ospiti con la Fermana che torna a brindare per il successo ottenuto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti