facebook twitter rss

Start up, giovani ed imprenditoria innovativa: approvata all’unanimità la legge regionale

REGIONE - I consiglieri della Lega Carloni, Bilò, Marinangeli e Serfilippi, per la maggioranza e la collega Bora, esponente in assise del Pd, per la minoranza, commentano l'importante provvedimento emanato quest'oggi nelle stanze della politica regionale e condiviso da tutte le forze presenti in aula
Print Friendly, PDF & Email

Il vicepresidente Carloni e i consiglieri Bilò, Marinangeli e Serfilippi, tutti in quota Lega, esprimono soddisfazione per l’approvazione all’unanimità della prima legge emanata dalla giunta di centrodestra atta a garantire, ai giovani delle Marche, “un futuro nella loro terra”.

Un provvedimento condiviso dagli esponenti di minoranza, così come relazionato dalla consigliera Bora, del Partito Democratico.

“Innovazione e lavoro per i giovani sono un tema strategico al punto che la prima legge ad iniziativa della giunta riguarda proprio questo ambito – spiega quindi Carloni -. Vogliamo contribuire all’attuazione della strategia di specializzazione intelligente nell’ambito del quadro strategico regionale per la programmazione 2021-2027. Per sostenere le attività come Regione promuoveremo anche l’accesso al credito e il ricorso al capitale di rischio nonché la raccolta di capitali in crowdfunding per le start-up a vocazione sociale e il supporto ad incubatori ed acceleratori di impresa”.

“È sempre più forte la preoccupazione per un’emigrazione post laura senza precedenti – aggiungono i consiglieri del Carroccio Bilò, vice presidente del gruppo consiliare e Marinangeli, componente della seconda commissione che ha lavorato alla stesura definitiva legge –. Perdiamo la nostra migliore gioventù a favore di altri Paesi dopo averne finanziato la formazione. Investire da qui in avanti per creare le condizioni per innovazione e trasferimento tecnologico è fondamentale.”

“I giovani tornano al centro della politica regione con una consonanza tra maggioranza e opposizione che è un bell’esempio di buona politica – aggiunge Luca Serfilippi, consigliere e commissario della Lega Giovani Marche -. Il disagio e l’emergenza lavorativa hanno raggiunto con il covid livelli più che preoccupanti: indispensabile attivarsi anche per supportare chi il lavoro se lo vuole anche creare”.

Legge regionale, come dicevamo, approvata all’unanimità. “Credo che oggi il consiglio regionale abbia scritto una bella pagina approvando compatto la norma per lo sviluppo della comunità delle start up innovative nelle Marche”, il commento in forza alla minoranza, precisamente della consigliera Pd, Bora.

“Una legge a cui, valorizzando quanto di buono è stato realizzato dalla precedente amministrazione, il gruppo assembleare del Partito Democratico ha notevolmente contribuito con emendamenti volti a dare maggiore supporto economico al processo di crescita delle start up e a innescare un meccanismo virtuoso di competizione per l’offerta aumentando la qualità nei servizi”.

“Questo – spiega ancora la consigliera Dem – rappresenta il nodo cruciale per permettere lo sviluppo e il consolidamento delle esperienze più innovative, poiché nella regione è carente la presenza di operatori finanziari specializzati e sono limitate le partnership con le imprese del territorio. Per tale motivo, le modifiche che abbiamo voluto apportare, e che sono state accolte dalla maggioranza, hanno voluto insistere sulla necessità di dare sostegno economico e finanziario diretto a quelle start up che si rivolgono al mercato per acquisire quei servizi qualificati fondamentali per l’espansione del loro business, in particolare per quanto concerne lo sviluppo delle tecnologie, delle conoscenze e delle competenze organizzative e manageriali volte al rafforzamento della loro presenza nei mercati internazionali. Solo in questo modo, infatti, immettendo nel circuito delle start up risorse vere, potremo dare loro opportunità reali per crescere e trainare i processi di sviluppo del nostro sistema produttivo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti