facebook twitter rss

Cna: ”Lavori in A14? Per ora nessuna luce in fondo al tunnel”

FERMO - Tomassini, vertice del settore autotrasporti: “Ritengo sia giunto il momento di porre con decisione la questione del pagamento dei pedaggi. La politica locale ed i rappresentanti delle nostre aree si attivino per scongiurare ancora il traffico impazzito sulla viabilità ordinaria”
Print Friendly, PDF & Email

 

“A chi mi parla di tunnel, di luci più o meno in fondo, rispondo: parliamo di code in autostrada invece, e di traffico bloccato al primo accenno di un minimo aumento del movimento veicolare”.

E’ lo sfogo di Emiliano Tomassini (foto), appena rieletto presidente degli autotrasportatori della Cna territoriale di Fermo.

“I colleghi sono disperati: qui salta tutto, tempi di guida e di riposo, tempi di consegna, contratti con la committenza. Non è il mio mestiere fare la programmazione degli interventi che si stanno attivando in autostrada – prosegue pertanto Tomassini – ma se non c’era un altro modo per organizzare i cantieri, almeno i tempi avrebbero potuto essere diversi? Nel frattempo, coltiviamo la speranza che gli interventi siano rapidi e meno impattanti”.

Stando a quanto contenuto nell’ordinanza numero 68/2021 del direttore del tronco 7 di Pescara di Autostrade per l’Italia Spa, deciso nella riunione congiunta dei comitati operativi viabilità delle prefetture di Fermo e Ascoli Piceno, a fronte delle possibili ripercussioni sul traffico, è emersa la necessità di non consigliare percorsi alternativi che interesserebbero i centri abitati.

Ecco dunque la richiesta di Emiliano Tomassini: “Ritengo sia giunto il momento di porre con decisione la questione del pagamento dei pedaggi. Se le imprese, quando non svolgono servizi all’altezza, non vengono pagate, allora occorre eliminare i pedaggi per tutto il periodo dei lavori, prima e seconda fase. Non solo: occorre rimborsare quelli dello scorso anno – e quindi l’appello -Lo chiediamo a tutta la politica e segnatamente ai rappresentanti del nostro territorio. Si faccia qualcosa per non far debordare il traffico sulla viabilità ordinaria, specie ora che potremmo ritornare a parlare di stagione turistica, anche se con le limitazioni delle norme anti contagio”.

Per il rappresentante degli autotrasportatori Cna Fermo la strada è obbligata: “Si va con una corsia unica? Una strozzatura per l’intera Italia e senza alternative. Nessun pedaggio per il trasporto merci è un segnale di correttezza che come categoria attendiamo e che abbiamo chiesto al Governo a fronte dei contratti di servizio con i concessionari della gestione autostradale. La Cna lo ha segnalato, da ultimo, anche al ministro Mariastella Gelmini presente nelle Marche lo scorso 13 aprile”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti