facebook twitter rss

Sorpresi in un casolare con un motorino rubato, due minorenni denunciati per ricettazione

DENUNCE - I due ragazzini sorpresi a Montegranaro. A Porto Sant'Elpidio, invece, denunciato un uomo per evasione dai domiciliari
Print Friendly, PDF & Email

Il ten.col. Nicola Gismondi

Proseguono i controlli da parte dei carabinieri della compagnia di Fermo, guidati dal tenente colonnello Nicola Gismondi, per il contrasto ad ogni forma di illegalità. E così, nell’ultima girandola di controlli due minorenni sono stati denunciati per ricettazione, e una terza persona per evasione dagli arresti domiciliari.

“Nella giornata di ieri, a Montegranaro i carabinieri della locale stazione, coordinati dal luogotenente Giancarlo Di Risio, nel corso di uno specifico servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio, hanno sorpreso all’interno di un casolare in stato di abbandono – fanno sapere dalla compagnia dell’Arma di Fermo – due minori, rispettivamente residenti a Montegranaro e Monte San Giusto, trovati in possesso di oggetti atti allo scasso, una tanica di miscela, un decespugliatore ed un ciclomotore Piaggio Ciao, risultato provento di furto a danno di un uomo di Montegranaro che aveva denunciato il furto il 26 aprile scorso proprio ai carabinieri di Montegranaro.

Il comandante dei carabinieri di Montegranaro, Giancarlo Di Risio

Gli oggetti sono stati posti sotto sequestro per i successivi accertamenti finalizzati ad accertarne le provenienza, mentre il ciclomotore è stato immediatamente restituito al proprietario.
I due minorenni sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i minorenni di Ancona per il reato di ricettazione. Dopo le formalità di rito, entrambi sono stati riaffidati ai propri genitori.

Il luogotenente Corrado Badini, comandante dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio

A Porto Sant’Elpidio, invece, i militari della locale stazione carabinieri, coordinati dal luogotenente Corrado Badini, a seguito di specifici controlli espletati nei confronti di persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Fermo, un uomo di circa 30 anni del luogo, già noto alle cronache giudiziarie che, benché sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione, mentre si accingeva a salire in auto. Nei suoi confronti, oltre alla denuncia per il reato di evasione, è stata avviata la proposta per l’aggravamento della misura cautelare. Specifici servizi per la prevenzione e pressione dei reati contro il patrimonio, saranno ovviamente eseguiti anche nei prossimi giorni, sull’intero territorio della provincia fermana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti