facebook twitter rss

Dalla Regione nuove risorse per il contrasto al Covid ed il sostegno alle imprese

POLITICA - La Commissione Sviluppo economico delle Marche approva l’adeguamento del Por Fse 2014/2020. Impegno mirato alla difesa delle attività imprenditoriali, con oltre 8 milioni di euro finalizzati ad interventi di contrasto all’emergenza epidemiologica e 10 milioni veicolati ad interventi a tutela delle realtà produttive marchigiane
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Putzu, presidente della Commissione Sviluppo economico della Regione Marche dagli scranni del consiglio regionale dorico

Utilizzare le risorse del Fondo Sociale Europeo (Fse) per contrastare la pandemia da Covid 19 e sostenere le imprese marchigiane in questo difficile momento storico.

E’ in funzione di questi rilevanti e quanto mai attuali obiettivi che la Commissione Sviluppo economico ha approvato la proposta di atto amministrativo numero 13, ad iniziativa della Giunta regionale, concernente l’ulteriore riprogrammazione del Por – Fse 2014/20 per il contrasto degli effetti dell’emergenza pandemica.

Attraverso il provvedimento viene varata la riprogrammazione del Programma Operativo Regionale Fse 2014/20 (lo strumento tecnico che definisce le modalità di allocazione delle risorse Fse all’interno della Regione Marche). Grazie a questa ulteriore rimodulazione, avvalendosi delle possibilità offerte dalla normativa europea sui fondi strutturali, è stato possibile destinare ulteriori 8,2 milioni di euro ad interventi di contrasto all’emergenza epidemiologica e 10 milioni di euro ad interventi a sostegno delle imprese marchigiane.

“Auspico un voto unanime in aula – ha affermato il relatore di maggioranza sull’atto Andrea Putzu (FdI) – dato che è importante dare risposte alle imprese della nostra regione ed agli operatori del servizio sanitario regionale che sono stati in prima linea per contrastare il Covid 19”. La relatrice di minoranza Manuela Bora (Pd) si attende interventi migliorativi nel passaggio in Aula del provvedimento, “affinchè – ha detto – venga riservata maggiore attenzione all’aspetto della formazione, special modo quella degli insegnanti sulla didattica a distanza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti