facebook twitter rss

L’ecocentro non trasloca, mancano gli spazi in città Di Virgilio: “Investiremo lì 300 mila euro”

P.S.GIORGIO - L'ecocentro di largo Carducci resterà dov'è. Aree a disposizione per ospitare un centro di raccolta rifiuti non ci sono più a Porto San Giorgio. La conferma arriva dall'assessore all'ambiente, Andrea Di Virgilio. "Lì investiremo 300 mila euro".
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

L’ecocentro resta dov’è. Stop a qualsiasi ipotesi di spostamento dopo che Sgds e uffici comunali hanno effettuato alcuni sopralluoghi nelle zone periferiche della città nel tentativo di individuare un’area alternativa. La conferma arriva dall’assessore ai lavori pubblici ed all’ambiente, Andrea Di Virgilio. “Non abbiamo altre soluzioni -ammette- neanche in contrada Santa Vittoria. Aree disponibili con determinate caratteristiche per ospitare il centro di raccolta dei rifiuti non ci sono”. Era stato lo stesso sindaco Nicola Loira ad anticipare che Comune e Sgds Multiservizi stavano valutando la possibilità di spostare l’ecocentro e liberare gli spazi in vista dell’intervento di riqualificazione che dovrebbe partire grazie al gruppo Gabrielli che ha acquistato l’ex lavanderia Cossiri. Ma, come rimarcato anche dall’assessore Di Virgilio, la città di Porto San Giorgio ha ormai pochissimi spazi da destinare ad altri scopi che non siano quelli residenziali.

A disposizione del Comune ci sono 295 mila euro che arrivano dalla Regione e 10 mila dalle casse dell’ente rivierasco. Sono le risorse che, a questo punto, verranno investite nell’ecocentro di largo Carducci. “Lo potenzieremo e lo riorganizzeremo -prosegue Di Virgilio- per migliorare i servizi agli utenti”. Tutta l’area insiste attualmente su una superficie di 14 mila mq “ma per fare un ecocentro basterebbero 3500 mq” aggiunge. Il progetto dovrà tenere conto dell’intervento di riqualificazione che interesserà una parte della Zpu8.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti