facebook twitter rss

”Fermo città dell’apprendimento”, nasce l’associazione a sostegno del progetto Learning City Unesco

FERMO - Nota congiunta dei consiglieri comunali Pascucci e Remoli, in assise rispettivamente per i gruppi La Città che Vogliamo e Non mi Fermo, per sottolineare l’importanza del pronunciamento del consiglio comunale cittadino
Print Friendly, PDF & Email

Nicola Pascucci

Costituzione dell’associazione “Fermo Città dell’Apprendimento” e inserimento nella programmazione triennale della cultura della regione Marche: due nuovi importanti traguardi per il progetto Fermo Learning City Unesco, come sottolineano i consiglieri comunali Silvia Remoli e Nicola Pascucci delle liste “Non mi Fermo” e “La città che vogliamo”, la prima presidente della III° commissione consiliare e l’altro segretario della lista di cui è espressione il presidente dell’assise comunale, Francesco Trasatti, che ha anche la delega alla Learning City.

“Esprimiamo soddisfazione per la votazione unanime, in consiglio, per la nascita dell’associazione Fermo Città dell’Apprendimento, uno strumento utile a creare un percorso coerente e concreto volto alla valorizzazione del riconoscimento come Learning City Unesco ottenuto dal capoluogo nel 2018 – afferma dunque Pascucci -, questo ulteriore tassello servirà a far crescere la consapevolezza, nel territorio, di un brand fondamentale per la proiezione turistica e culturale della città su scala nazionale e internazionale facente perno sul tema dell’istruzione e della formazione, ai più diversi livelli”.

Silvia Remoli

“Grazie anche al supporto del consigliere regionale Marinangeli – prosegue la Remoli -l’inserimento nella programmazione regionale darà respiro ed orizzonti più ampi al progetto. Siamo certi che il presidente Trasatti e il direttore scientifico del progetto, Carlo Nofri, che fin dall’inizio ha seguito i dossier e i rapporti con l’Unesco per conto del Comune di Fermo, sapranno farsi interpreti delle azioni necessarie per pianificare fin da subito un proficuo lavoro, facendo tesoro anche di un ordine del giorno proposto dalla minoranza e votato anch’esso all’unanimità, che invita l’amministrazione a tenere in considerazione l’intero Consiglio comunale per le eventuali nomine che verranno fatte nell’assemblea e nel Consiglio direttivo dell’associazione”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti