facebook twitter rss

Crescono spazi e progetti, il centro polifunzionale giovanile diventa CreArea Spazio Giovani

PORTO SAN GIORGIO - A giugno nuovi locali sul lungomare Gramsci 160, locali che si affacciano sul Cortile delle Magnolie, a due passi dal mare. Si tratta di una nuova ala che va ad aggiungersi agli spazi già in uso gestiti da Il Faro società cooperativa sociale
Print Friendly, PDF & Email

Cambia il nome, che vuole incentivare la creatività di adolescenti e giovani, ma soprattutto aumentano gli spazi e i progetti per l’estate. Non più Centro polifunzionale giovanile ma CreArea Spazio Giovani. Una necessità, una risposta alle nuove esigenze, un nuovo obiettivo da raggiungere. 

“Cresce dunque l’offerta ai ragazzi di Porto San Giorgio. La prima settimana di giugno, l’amministrazione comunale guidata da Nicola Loira – fanno sapere, in una nota congiunta, il Comune e la cooperativa sociale il Faro – inaugurerà i nuovi locali del lungomare Gramsci 160, locali che si affacciano sul Cortile delle Magnolie, a due passi dal mare. Si tratta di una nuova ala che va ad aggiungersi agli spazi già in uso gestiti da Il Faro società cooperativa sociale.

L’ampliamento si è reso necessario per le richieste di giovani e famiglie. Intanto, il 17 maggio e sino al 10 giugno, partiranno le nuove proposte. Verrà avviato un laboratorio di supporto agli studenti per la preparazione agli esami di terza media, in collaborazione con gli insegnanti e la dirigente Daniela Medori dell’Isc Nardi. Il messaggio, nella coloratissima locandina, recita: ‘Prepariamoci insieme agli esami partendo dalla stesura dell’elaborato multidisciplinare e potenziando le abilità di studio delle discipline‘. E già sono arrivate le prime adesioni”.

“Ma non solo questo. Perché prenderà il via – aggiungono Comune e Il Faro – anche l’innovativo laboratorio di Didattica dell’Improvvisazione con l’obiettivo di sviluppare la comunicazione verbale e abbattere le barriere della timidezza individuale. Il teatro è molto efficace anche sotto questo profilo. E già si pensa all’estate, progettando i laboratori di cinema, i tornei di bigliardino, il ping pong e le attività all’aperto. Lo staff de “Il Faro”, coordinato da Manuela Gaspari e da Marco Splendiani, in effetti sta già lavorando da gennaio scorso nei nuovi locali.

La pandemia ha cambiato il metodo ma non l’impegno che si è spostato on line, con una frequenza attiva di circa 12 ragazzi al giorno collegati. Lo sprone del sindaco Loira, del vicesindaco Gramegna, del Dirigente dei Servizi Sociali Della Casa e dell’Assistente Sociale Peci è per la realizzazione di una rete che coinvolga di concerto le associazioni culturali e sportive sangiorgesi, che si crei sinergia e prima di tutto che ci sia conoscenza reciproca. Per cui si spiega l’urgenza di aprire ufficialmente la nuova ala che potrà essere così utilizzata per la progettualità in rete fra politiche giovanili, culturali e sportive”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti