facebook twitter rss

Concorso regionale ”Pietre della Memoria”, premiata la primaria di Monte San Pietrangeli

PROGETTO - Giovedì scorso, presso la Sala Convegni della Mole Vanvitelliana di Ancona, la premiazione del concorso scolastico “Esploratori della Memoria” all’interno del progetto regionale promosso e coordinato dall’Anmig (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra) e patrocinato dalla Regione Marche
Print Friendly, PDF & Email

 

Giovedì 13 maggio, presso la Sala Convegni della Mole Vanvitelliana di Ancona, si è svolta la premiazione del concorso scolastico “Esploratori della Memoria” all’interno del progetto regionale “Pietre della Memoria”, promosso e coordinato dall’Anmig (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra) e patrocinato dalla Regione Marche.

Presenti alla cerimonia i soli rappresentanti delle scuole e delle amministrazioni comunali, il presidente Nazionale Anmig Claudio Betti, il direttore dell’ufficio scolastico regionale per le Marche, Marco Ugo Filisetti, che ha portato i saluti del ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, il consigliere regionale Carlo Ciccioli e le autorità militari. Nel rispetto delle norme anticontagio le scuole partecipanti hanno potuto seguire l’evento collegandosi online in videoconferenza.

La referente del progetto, nonché presidente regionale Anmig, dottoressa Silvana Giaccaglia, non ha nascosto le difficoltà del momento: “Il progetto iniziato nell’anno scolastico 2019-20 vede effettuare solo ora la sua degna cerimonia di premiazione dal momento che, per cause note a tutti, tutto è stato congelato per un anno intero. Ringrazio quindi, a maggior ragione, tutte le 27 scuole della Regione Marche che hanno partecipato dimostrando impegno e pazienza. Ma le voglio ringraziare anche per i loro lavori sensazionali, sbalorditivi che qualificano l’iniziativa e ci spronano a proseguire con maggior entusiasmo”.

La primaria di Monte San Pietrangeli è stata premiata per il racconto dal titolo “La scatola di latta” che narra le vicende, tristi ma cariche di speranza, della famiglia Fabiani di Monte San Pietrangeli durante la seconda guerra mondiale. Le immagini del video e dei lavori realizzati dai ragazzi coordinati dall’insegnante Manola Cancellieri (quest’anno frequentanti la prima classe della scuola media), hanno emozionato i partecipanti e, secondo quanto ha riferito la presidente Giaccaglia, anche la stessa giuria del premio.

Commosso il ringraziamento del sindaco Paolo Casenove: “Apprendo con gioia della premiazione di studenti delle nostre scuole cittadine e del tema così importante come quello della guerra che hanno magistralmente approfondito a scuola grazie anche al lavoro dello loro maestre. È un segnale di speranza per tutti: grazie all’impegno, all’abnegazione ma soprattutto non perdendo mai la fiducia nel domani, riusciremo anche oggi, come tanti anni fa, ad uscire da un periodo difficilissimo. Vivissimi complimenti, miei personali e dell’intera comunità che rappresento, ai ragazzi e alla scuola”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti