facebook twitter rss

Edilizia, scarseggia la manodopera: Confartigianato punta sull’interinale

FERMANO - Tra ricostruzione post sisma e Superbonus il settore è in fermento, ma paga pegno al gap occupazionale. L'associazione ha messo così in campo un doppio canale di ricerca, che avvicina gli operatori del settore al mercato del lavoro, grazie alle convenzioni siglate con Openjobmetis e Randstad
Print Friendly, PDF & Email

 

“C’è fermento nel settore edilizia, tra Superbonus 110% e ricostruzione post sisma. Questa spinta, che potrebbe contrastare gli effetti economici negativi della pandemia, si scontra però con un gap del sistema occupazionale”, la Confartigianato delle provincie di Fermo, Ascoli Piceno e Macerata, con una nota lanciano dunque un appello.

“Le imprese sono pronte a rincorrere la ripresa, ma lo sviluppo è frenato dalla mancanza di personale. Le aziende edili sono in continua ricerca di muratori, carpentieri, manovali specializzati. Figure che si trovano con estrema difficoltà nell’odierno mercato del lavoro – proseguono dall’associazione -. Per rispondere a questa esigenza, Confartigianato Imprese Macerata, Ascoli Piceno e Fermo ha deciso di costituire un nuovo servizio, che supporterà le ditte nel reperimento di personale da inserire nel proprio organico. Così, è stata costruita una convenzione con due importanti agenzie del lavoro, che operano nel territorio”.

“L’edilizia, nelle nostre tre province di riferimento, sta vivendo un momento cruciale – ha spiegato Stefano Foresi, responsabile interprovinciale del settore -. Il Superbonus 110% sta generando molto interesse e ci arrivano giornalmente contatti di privati intenzionati a dar seguito alla pratica. Inoltre, c’è all’orizzonte l’avvio di una massiccia ricostruzione pesante post sisma, con la creazione di molti cantieri. Queste due direttrici sono capaci di facilitare la ripartenza post pandemia e di mitigare gli effetti della crisi innescata dal Covid 19. Tutto ciò cozza però con la carenza di personale. Quindi ci siamo fatti portatori delle difficoltà delle aziende, ideando uno strumento che fa incontrare domanda e offerta”.

Parte oggi, infatti, una nuova convenzione riservata agli associati Confartigianato delle tre province, che coinvolge le agenzie del lavoro Openjobmetis e Randstad. Nei loro uffici le imprese potranno usufruire di un particolare piano, che garantirà loro un valido supporto nella ricerca e nella selezione delle professionalità più idonee alle singole esigenze. Non solo. Alle figure individuate verrà garantita una formazione specifica, che trasmetterà conoscenze spendibili immediatamente nella propria occupazione.

“Confartigianato è un solido collante tra le imprese e il mondo del lavoro – le parole di Renzo Leonori e Giorgio Menichelli, rispettivamente presidente e segretario interprovinciali -. Con questa nuova convenzione diamo alle aziende la possibilità di potenziare le proprie risorse umane, aumentando ogni competitività nel nostro territorio. Data la validità dello strumento, pensiamo in futuro di estenderlo anche ad altri settori economici”.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte Maria Teresa Guglielmi e Annalisa Ciamarra, Rrsponsabili delle filiali di Macerata e Civitanova Marche Openjobmetis, e Filippo Pettirossi e Giada Fabiani, rispettivamente area manager Marche, Abruzzo e Molise ed account manager per Randstad.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti