facebook twitter rss

Una nuova sede a Perugia e la rivoluzione elettrica: Tombolini Motor Company, il coraggio di crescere affrontando la pandemia (VIDEO INTERVISTA)

INTERVISTA - A raccontare questo percorso di cambiamento, ospiti della mattinata di Radio Fm1, Piero Tombolini, Brand manager Renault e titolare della Tombolini Motor Company SpA, e la responsabile marketing e comunicazione, nonché giornalista, Francesca Bacalini.
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Una passione che dura da 43 anni. Tombolini Motor Company, con le sue filiali a Porto San Giorgio, Civitanova, Ascoli Piceno, Ancona, Tolentino e Perugia,  rappresenta una certezza per chi vuole acquistare una nuova auto. Una fiducia guadagnata sul campo grazie ad un personale che fa la differenza e ad un radicamento al territorio davvero unico. Non a caso tutte le campagne promozionali della Tombolini vedono come scenografie naturali le bellezze delle Marche e recentemente anche dell’Umbria.  Quella del Coronavirus è stata l’ennesima sfida affrontata e vinta, che ha portato a ulteriori cambiamenti e novità.

A raccontare questo percorso di cambiamento, ospiti della mattinata di Radio Fm1,  Piero Tombolini, Brand manager Renault e titolare della Tombolini Motor Company SpA, e la responsabile marketing e comunicazione, nonché giornalista, Francesca Bacalini.

“Tutto è partito da mio padre  nel 1977 – racconta Piero Tombolini – ha ereditato la passione per le auto da mio nonno che aveva un’ officina Alfa Romeo e all’epoca c’era un forte connubio con la Renault. E proprio grazie a questo nacque la sua prima concessionaria a Porto San Giorgio, fu tra i primissimi nella zona. Aveva delle grandi capacità di integrarsi con il tessuto cittadino. Era ovunque e questo ha permesso di legarsi sempre di più alla città e portare avanti la sua attività al meglio. Un’ impostazione che dura da 43 anni”. E cosi Tombolini Motor Company si è allargata da Porto San Giorgio a Civitanova Marche, arrivando ad Ancona, Ascoli Piceno, Tolentino.

Non finisce qui. In piena pandemia la Tombolini ha aperto una nuova sede a Perugia, un atto di coraggio ma anche un traguardo che è un punto di partenza per una nuova avventura: “In questi momenti particolari ci si trova di fronte a delle scelte – ha spiegato Pietro Tombolini – o si coglie l ‘occasione  e ci si butta a capofitto o si resta chiusi nel proprio castello aspettando che gli eventi passino. Noi abbiamo voluto cavalcare l’onda piuttosto che subirla e quindi portare le competenze di 43 anni di attività anche in questa città e regione che per noi rappresenta un’ opportunità, tra l’altro molto vicina alle Marche, non solo a livello di viabilità con la nuova superstrada ma anche dal punto di vista delle tradizioni e delle abitudini”.

Una crescita che arriva in un momento particolare per il mondo dell’ auto. Da una parte la digitalizzazione e un maggior utilizzo dei canali online come conseguenza della pandemia, dall’altra la consapevolezza che è in atto una vera e propria rivoluzione green dove l’ibrido e l’elettrico stanno prendendo il sopravvento su diesel, benzina e metano,  motorizzazioni destinate a scomparire in un futuro neanche così lontano. “L’approccio digital è stato sempre uno dei punti di riferimento del marketing della Tombolini – sottolinea Francesca Bacalini – il Covid ha dato uno stimolo ancora maggiore. Quello che stavamo già facendo, oggi lo sviluppiamo in maniera più potenziata. Fare qualcosa di creativo e innovativo è per me molto stimolante e vedo che è anche molto apprezzato da chi poi fruisce dei nostri prodotti”.

Parlando di bilanci, il 2020 sicuramente ha rappresentato una grande prova: “E’ stato molto particolare dover continuare pur non essendo presenti fisicamente nei nostri autosaloni – aggiunge Piero Tombolini –  abbiamo attivato video chat e gestione dei clienti a distanza. Strumenti di cui  non possiamo fare più a meno. Ormai il primo contatto dei clienti si ha proprio tramite questi  canali. Quello che un tempo era il primo giro per i saloni adesso è digital. Se si è bravi in questo primo screening, allora si riesce ad entrare nel paniere di scelta del potenziale cliente”. La priorità resta comunque quella della vicinanza al cliente, consapevoli che il rapporto diretto con il personale Tombolini non potrà mai essere completamente soppiantato, tant’è  che tutte le concessionarie sono aperte e visitabili in totale sicurezza e nel pieno rispetto delle normative anti Covid.

Tante novità sono già concrete alla Tombolini Motor Company e altre arriveranno. C’è il nuovo concetto di proprietà, che diventa possesso, e dunque formule tutto incluso, assicurazione compresa, che permettono di non avere preoccupazioni e allo stesso tempo rinnovare la propria auto ogni 3 anni. Non finisce qui. Tombolini con i suoi marchi all’avanguardia, è protagonista anche della rivoluzione green, ovvero del passaggio all’elettrico, con consigli studiati in base a quelle che sono le esigenze. “Fiat è entrata nel gruppo Stellantis e nei prossimi due anni ci saranno grandi cambiamenti. Con Renault e Dacia già da oggi conosciamo le strade che prenderanno. Una vera e propria rivoluzione con Renault che si attesta all’insegna del design e dell’altissima tecnologia nella fascia medio alta. In quella medio bassa siamo protagonisti con Dacia, un fenomeno crescente prima con Duster e Sandero e ora con la nuova Spring, una vettura totalmente elettrica a 10 mila euro che stiamo vendendo online ancora prima della sua uscita. Tra le novità anche l’ arrivo di Alpine un marchio storico sportivo entrato in Formula 1 al posto di Renault. Sarà cento per cento elettrico e mirerà a muovere l’emotività sportiva. Una fascia abbastanza alta, molto emozionale e di nicchia che copriremo” .

Le sfide proseguono  per la Tombolini Motor Company, con la consapevolezza, sottolineata da Piero Tombolini, che nulla sarebbe possibile senza il grande lavoro fatto, anche sotto i mesi più duri in piena pandemia, dal personale: ” Tengo a dire che tutto quello che siamo riusciti ad ottenere con la Tombolini Motor Company è grazie al nostro team che negli anni ci ha sostenuto, ci ha dato una mano e che soprattutto in questo periodo è stato sempre presente e vicino all’azienda.  Grazie alla professionalità di queste persone straordinarie riusciamo a concretizzare i progetti che come Tombolini abbiamo in mente. Ci hanno permesso di realizzare tutto quello che era inizialmente solo nei nostri sogni”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti