facebook twitter rss

Consiglio Territoriale dell’Immigrazione, prima riunione del tavolo tematico lavoro

FERMO - L’iniziativa ha trovato apprezzamento da parte di tutti i rappresentanti presenti che hanno condiviso il percorso delineato dalla Prefettura al fine di individuare azioni concrete volte a favorire la migliore integrazione dei cittadini stranieri presenti in questa provincia.
Print Friendly, PDF & Email

 

Lo scorso 18 maggio si è tenuta in Prefettura, in modalità videoconferenza, la prima riunione del tavolo tematico “Lavoro” istituito in seno al Consiglio Territoriale per l’Immigrazione, la cui composizione è stata recentemente rinnovata.

All’incontro, coordinato dal Viceprefetto Vicario, hanno partecipato rappresentanti delle Forze di polizia, di Associazioni datoriali (Confartigianato, Confagricoltura) e sindacali (CGIL, CISL, ANOLF), di istituzioni (Camera di Commercio, Ispettorato del lavoro, Centro per l’impiego), degli Ambiti Territoriali Sociali, del privato sociale e della Caritas Diocesana.

“Gli obiettivi del Tavolo – spiegano dalla Prefettura –  che avrà un coordinamento permanente, riguardano, oltre al rafforzamento delle sinergie interistituzionali sul territorio, tutte le tematiche di interesse dei lavoratori stranieri, a partire dalle caratteristiche della domanda e dell’offerta, per individuare le tipologie di lavoro più richiesto e le necessità di formazione in tali ambiti, nonché le tematiche del lavoro nero e degli infortuni sul lavoro. Sono state, inoltre, evidenziate le opportunità offerte dalla Camera di Commercio anche per l’accesso al microcredito. Si è, inoltre, rilevato che la pluralità di progetti finanziati dai fondi FAMI sul territorio fermano costituisce un utile contributo alle tematiche in argomento, che occorrerà trattare evitando sovrapposizioni con un coordinamento sugli interventi specifici”.

L’iniziativa ha trovato apprezzamento da parte di tutti i rappresentanti presenti che hanno condiviso il percorso delineato dalla Prefettura al fine di individuare azioni concrete volte a favorire la migliore integrazione dei cittadini stranieri presenti in questa provincia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti