facebook twitter rss

Addio a Niccola Campofiloni, il Commendatore con Fermo nel cuore

FERMO - Era stato vice presidente Ciip, il consorzio idrico del fermano piceno, all'interno del quale aveva contribuito alla stesura di pubblicazioni e immagini sulla storia degli acquedotti dei Sibillini. Grande anche la sua passione per lo sport. Niccola è stato presidente della Victoria Fermo una delle associazioni sportive di ginnastica artistica della città.
Print Friendly, PDF & Email

Niccola Campofiloni (foto centrostudicariani.it)

di Paolo Paoletti

Fermo in lutto per la scomparsa a 97 anni di Niccola Campofiloni, una delle figure simbolo della vita associativa cittadina che ha contribuito alla crescita di Fermo. Storico dipendente della Carifermo, Niccola era particolarmente orgoglioso della ‘sua’ banca e aveva rivestito incarichi importanti sul territorio dell’allora provincia di Ascoli Piceno e poi della neo nata provincia fermana. Era stato vice presidente Ciip, il consorzio idrico del fermano piceno, all’interno del quale aveva contribuito alla stesura di pubblicazioni e immagini sulla storia degli acquedotti dei Sibillini. Grande anche la sua passione per lo sport. Niccola è stato presidente della Victoria Fermo una delle associazioni sportive di ginnastica artistica della città 

Nel suo cuore, oltre alla Società Operaia,  c’era anche la radio. Campofiloni è stato per lungo tempo amministratore di Radio Fermo Uno e vice presidente dell’emittente, braccio destro di Tonino Onori. Nel corso degli anni è sempre stato un punto di riferimento per la radio fermana e tra i conduttori storici del Notturno, la trasmissione serale, in diretta con i radioascoltatori. Fu proprio Niccola Campofiloni, insieme ad Onori, ad istituire la consuetudine della ricorrenza della Festa dei Nonni.

Era stato insignito dell’onorificenza di Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel 1996 su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti