facebook twitter rss

A scuola di impegno civico: il contest interregionale eTwinning del “Carlo Urbani”

PORTO SANT'ELPIDIO - L'iniziativa si è aperta con i saluti istituzionali dei Dirigenti scolastici che hanno condiviso gli intenti educativi del progetto di gemellaggio tra scuole partners unite dall'impegno comune
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto eTwinning d’Istituto “La mia terra è Libera!” si è concluso nella mattinata del 24 maggio scorso attraverso un evento pubblico a distanza, che i gruppi di studenti di 4 diverse regioni italiane hanno preparato da mesi. L ’IISS “Alessandrini-Mainardi” di Vittuone (MI), scuola promotrice del progetto, insieme al Liceo “Corbino” di Siracusa, organizzatrice dell’evento online e all’IISS di Ceccano (FR), curatore del contest digitale, hanno celebrato, con l’IISS “Carlo Urbani” di Porto Sant’Elpidio (FM), scuola partner gemellata, il 29esimo anniversario della strage di Capaci presentando in una diretta streaming molto intensa il frutto della loro ricerca-azione sulla tematica delle ecomafie, alternandosi in un’impegnativa sfida creativa basata sul Challenge -Based Learning applicato all’Educazione Civica.

L’iniziativa si è aperta con i saluti istituzionali dei Dirigenti scolastici, dalla prof. ssa Lilly Fronte per il Liceo Corbino di Siracusa, che ha ricordato il motto motivazionale “Noi siamo Capaci” quale auspicio costruttivo per le future generazioni, alla prof.ssa Giovanna Ruggeri per l’IIS “Alessandrini” di Vittuone (MI), alla prof.ssa Alessandra Nardoni per l’IISS di Ceccano (FR), alla prof.ssa Stefania Scatasta per l’IISS “Carlo Urbani” di Porto Sant’Elpidio (FM), che hanno condiviso gli intenti educativi del progetto di gemellaggio tra scuole partners unite dall’impegno comune anche in periodi di difficile coesione sociale come il corrente anno scolastico, a seguito del Covid-19.

A seguire, la docente moderatrice dell’incontro, Paola Moscatt, ha introdotto un video-intervento del Presidente della Commissione Antimafia della regione Sicilia Claudio Fava, con il suo messaggio di incoraggiamento a non interrompere i frutti di questa forte risposta civica dei giovani alla sfida rappresentata dall’Educazione alla Legalità.

Ospite d’onore dell’evento è stata Alexandra Tosi, collaboratrice tecnica eTwinning dell’Agenzia nazionale Erasmus+ INDIRE, in qualità presidente della Giuria per la valutazione dei prodotti digitali dei 10 gruppi di lavoro interregionali, ciascuno formato da studenti delle quattro regioni coinvolte, che si sono sfidati a distanza sui rispettivi progetti di sensibilizzazione al contrasto del fenomeno delle ecomafie. Questo particolare ha permesso di avere studenti di tutte e 4 le regioni coinvolte, rappresentate in ogni gruppo misto di studenti, tra i 3 gruppi proclamati vincitori per i migliori prodotti digitali creati del progetto.

Tutte le realizzazioni progettuali hanno inoltre rispettato i criteri richiesti della creatività e dell’innovazione comunicativa e un plauso generale è stato rivolto a tutti gli studenti per la serietà delle proposte e la ricchezza delle competenze digitali messe in campo in autonomia dai gruppi di lavoro tramite videoncontri a distanza, seguiti dai docenti dei vari istituti e coordinati dalla supervisione degli Ambasciatori eTwinning delle regioni Sicilia (Sara Brunno), Lombardia (Vincenza Leone), Lazio (M.Cristina Bevilacqua) e Marche (Laura Gentili). Per il “Carlo Urbani”, le docenti Ada Granatelli e Maria Cognigni hanno supportato le classi 2A e 3A Liceo Scientifico nella loro prima esperienza di collaborazione con i partners gemellati nella piattaforma eTwinning.

L’incontro ha visto il contributo fattivo di esperti del settore, che hanno permesso di arricchire la riflessione condivisa sulla lotta alle mafie, dall’Assessore all’ambiente del Comune di Siracusa, Carlo Gradenigo, all’Avv. Giuseppina Nanè, specializzata in Diritto dell’ambiente e portavoce di Europa Verde Siracusa, alla sig. Giovanna Raiti, familiare di vittima della mafia e referente dell’Associazione LIBERA per le scuole di Siracusa, all’avv. Sergio Cannavò, responsabile del Centro di Azione Giuridica di Legambiente Lombardia, alla referente del Centro di Promozione Legalità di Milano e provincia Patrizia Savi, al Sindaco di Ceccano, Roberto Caligiore.

La valenza formativa dell’attività, oltre ad aver permesso una proficua collaborazione tra studenti provenienti da diversi contesti territoriali, ha testimoniato la presenza della criminalità organizzata nei rispettivi territori di pertinenza e la conseguente necessità di intervenire in modo attivo, sensibilizzando le comunità locali senza l’interruzione di continuità forzata dalla pandemia tuttora in corso.
Le 10 originalissime creazioni digitali presentate il 24 maggio scorso attraverso la piattaforma eTwinning e in diretta streaming (sulla pagina Facebook Live del Liceo Corbino di Siracusa) saranno pubblicate a breve nei siti istituzionali delle scuole partners e daranno origine a successive attività progettuali aperte alla cittadinanza, all’insegna dell’impegno sociale e della partecipazione civica attiva, a partire dai territori regionali coinvolti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti