facebook twitter rss

Ecoday, anche l’edizione 2021 annullata causa Covid ma con una nuova speranza: “Appuntamento il prossimo anno”

FERMO - I consiglieri di zona Pascucci, Falzolgher e Remoli ricordano la manifestazione dal taglio ambientale creata su misura per Viale Trento e danno appuntamento al prossimo anno
Print Friendly, PDF & Email

Un momento dell’ecoday 2018

Il 29 maggio del 2016, esattamente 5 anni fa, si svolgeva a Viale Trento la prima edizione dell’EcoDay. Di fronte ad un  nuovo rinvio i consiglieri di zonad elle liste di maggioranza  “La città che vogliamo” e “Non mi Fermo” Nicola Pascucci Cristian Falzolgher Silvia Remoli danno l’appuntamento al prossimo anno ribadendo l’importanza di questo evento da non dimenticare.

“Una manifestazione semplice – spiegano –  ma di grande impatto, creata e fortemente voluta dalla prima amministrazione Calcinaro. Purtroppo questi ultimi due anni di Covid hanno interrotto tantissime iniziative tra cui anche questa, ma riteniamo importante non dimenticare quanto tale manifestazione ha significato per Fermo: togliere per un giorno all’anno una strada al traffico, recuperarla alla socialità, al passeggio, alla pedonalizzazione, con la scusa di una città che si ritrova insieme, anche attraverso un importante momento di sensibilizzazione ambientale e, perché no, attraverso la memoria dei tempi che furono, quando davvero a piedi e senza auto ci si muoveva pure su lunghe percorrenze. Non una strada qualsiasi, quella interessata, ma la via principale di accesso a Fermo, che ospita moltissime scuole, lo stadio e Villa Vitali, potendo scorgere da un lato l’Abside di San Francesco e quello più in alto della Cattedrale e, dall’altro, l’orizzonte del mare”.

“Un’idea semplice – commenta il consigliere Nicola Pascucci – diventata poi molto di più: oltre all’Assessorato all’Ambiente in prima linea con le iniziative di promozione della raccolta differenziata promosse da Asite, sono state coinvolte tante realtà cittadine, dalle associazioni sportive a quelle teatrali, dalla Protezione Civile agli appassionati di biciclette e di mobilità leggera, passando per i gruppi del volontariato fino ai classici mercatini dell’artigianato. Impossibile descrivere la piacevole sensazione di ritrovarsi insieme a mangiare in uno degli stand dei centri sociali della città, che montavano e smontavano tutto in un giorno, dopo una preparazione di mesi che coinvolgeva decine di persone assieme ai consiglieri e al coordinamento degli assessori Torresi e Trasatti.”

“Proprio da questo affettuoso ricordo vogliamo ripartire perché presto possa essere riproposta, e ritornare ad essere un appuntamento annuale, come tra l’altro era nelle intenzioni prima della Pandemia – continua il consigliere Cristian Falzolgher – Avere il Centro Vaccini proprio qui alla Scuola Don Dino Mancini, con tutti i volontari e i medici impegnati ad assistere ogni giorno centinaia di concittadini nella lotta al Covid 19, sembra quasi un segno perché il prossimo anno la manifestazione possa ritornare, magari in una “special edition”. In questi anni di Amministrazione, il tema della sostenibilità ambientale lo abbiamo portato avanti con i fatti, e l’opera di sensibilizzazione cittadina su temi come il riciclo o la mobilità elettrica, anche attraverso questi eventi, è risultata vincente.”

“Villa Vitali è pronta a riaprirsi alla stagione estiva con tutte le precauzioni del caso ma anche con tanta voglia di musica e teatro e con uno splendido cartellone preparato dall’Amministrazione Comunale e dall’Assessore Lanzidei. Da qui vogliamo ripartire – conclude la consigliera Silvia Remoli, già partecipante attiva nelle iniziative degli scorsi anni – per riprenderci gli spazi della nostra Fermo come cittadini protagonisti della città, a partire dai quartieri.”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti