facebook twitter rss

Spiaggia off limits di notte, Confcommercio chiede il divieto alle 22 Accordo tra i balneari per vigilare l’arenile dopo la chiusura

P.S.GIORGIO - I balneari hanno incontrato il sindaco Nicola Loira e l'assessore Andrea Di Virgilio. Occasione per fare il punto sull'avvio della stagione balneare. Via libera al servizio di vigilanza in spiaggia nelle ore notturne. "Necessario per arginare il fenomeno dei vandalismi" dice Carlo Iommi, presidente provinciale del Sib.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

C’è un accordo di massima tra i balneari per affidare ai privati la vigilanza notturna dell’arenile, da nord a sud, nei mesi di luglio ed agosto. E di questo si è parlato in un incontro promosso dalla Confcommercio al quale hanno preso parte il sindaco Nicola Loira e l’assessore Andrea Di Virgilio, oltre ad alcuni operatori del settore. Occasione per fare il punto sulla ripartenza della stagione balneare. La prima novità è l’avvio di un servizio di vigilanza notturna per prevenire gli atti vandalici che con sistematica frequenza accadono nel fine settimana. “Le nostre spiagge vengono prese d’assalto -conferma il presidente del sindacato, Carlo Iommi- durante le ore notturne e registriamo danni alle attrezzatture, ma anche abbandono di rifiuti, vetri sotto agli ombrelloni. Responsabili sono perlopiù minori. Abbiamo quindi intenzione di convenzionarci per avere pattugliamenti dell’arenile nei mesi centrali, luglio ed agosto, augurandosi che anche le forze dell’ordine incrementino i loro controlli per arginare questo fenomeno”.

Scelta che fa il paio con la richiesta rivolta al primo cittadino di anticipare di un’ora, ovvero alle 22, l’ordinanza che vieta l’ingresso in spiaggia. “Abbiamo trovato la disponibilità di Loira -conferma ancora Iommi- speriamo vi sia la collaborazione di tutti i balneari ad aderire alla convenzione. Soprattutto di quelli della zona centrale dove questi fenomeni sono più frequenti”. Verrà invece rinviata al prossimo anno con molta probabilità l’ordinanza ribattezzata plastic free e già oggetto di posticipo lo scorso anno. Troppe le difficoltà per dare attuazione ad un provvedimento che di fatto vieta l’uso della plastica in spiaggia. “L’Amministrazione avrebbe voluto partire dal 1 luglio -continua il presidente provinciale del Sib- ma abbiamo chiesto di spostare al prossimo anno l’ordinanza. Il nostro è un turismo pendolare e molti vengono al mare con bottiglie di plastica che, giocoforza, se togliamo i contenitori per la raccolta differenziata, finirebbero nel contenitore dell’indifferenziato vanificando il senso dell’ordinanza stessa”.

L’incontro è servito anche per fare chiarezza sul recupero dei posti auto nella zona sud del lungomare, occupata dalla nuova pista ciclabile. “Ci è stato detto che il Comune sta trovando un accordo con la società che gestisce il porto per aprire alle auto la zona nord dell’approdo. Soluzione che ci piace. Altro discorso quando si partirà con la corsia ciclabile, dopo l’estate, che toglierà parcheggi nella zona centrale. E lì dovremo valutare altre soluzioni per recuperarli quando partiremo con la stagione 2022” dice Iommi. Un accenno infine alla pista ciclabile che verrà realizzata con il nuovo lungomare. “Il sindaco ha confermato che lascerà in eredità alla prossima Amministrazione un progetto definitivo per il lungomare il cui costo sarà di circa 10milioni di euro e si prevede una nuova pista in sede. Ma avremo modo di discuterne successivamente”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti