facebook twitter rss

Ciclabile completata, Loira: “Opera legata al ponte la cui ultimazione è prevista entro l’anno”

PORTO SAN GIORGIO - Il primo cittadino: "Questo primo tratto di ciclabile è destinato ad essere incluso nell'area portuale all’esito dell'approvazione del Piano regolatore portuale che costituisce il primo stralcio di mobilità dolce anche sul lungomare"
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Nicola Loira

La ciclabile di collegamento al ponte sul fiume Ete è completata, aperta da ieri al transito dei primi ciclisti. La ditta incaricata ha rimosso l’area cantiere ed effettuato un sopralluogo con il dirigente comunale Sauro Censi e l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Di Virgilio. Il nuovo tratto color blu si sviluppa lungo via Gramsci sud fino al porto. Oggi è stata la volta del sindaco Nicola Loira.

“Questi 965 metri di pista ciclabile sono parte di un progetto più ampio che risale al 2018 inserito nell’accordo di programma sottoscritto dai Comuni di Fermo e Porto San Giorgio e dalla Provincia – spiega il primo cittadino – . Attraverso ciò è stato ottenuto il finanziamento comunitario di circa un milione di euro per la realizzazione del ponte ciclopedonale sulla foce dell’Ete, collegamento atteso da decenni per dare continuità alla costa del nostro territorio.

Il finanziamento ricevuto dai due Comuni, per circa 1 milione di euro, riguarda però non solo il ponte sull’Ete, la cui rilevanza ed il cui costo assorbe la maggior parte delle somme conseguite da Fermo e Porto San Giorgio, ma anche due tratti di ciclabile ad esso collegati: a sud, nel territorio di Marina Palmense, e a nord sul nostro lungomare. Questo primo tratto di ciclabile è destinato ad essere incluso nell’area portuale all’esito dell’approvazione del Piano regolatore portuale che costituisce il primo stralcio di mobilità dolce anche sul lungomare. Ora non ci resta che attendere l’ultimazione dei lavori del ponte che avverrà verosimilmente entro l’anno”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti