facebook twitter rss

Direttore, emodinamica e post pandemia: i punti della ripartenza secondo la Commissione Sanità

SANITA' - Il presidente Lucci ha elencato una serie di criticità, emerse dal confronto con il proprio gruppo politico di Fermo Forte, tra le quali spicca: "Il sollecito all’ azienda sanitaria regionale a nominare in tempi brevissimi il nuovo direttore dell'Area Vasta 4"
Print Friendly, PDF & Email

 

Nella serata di ieri, si è riunita la commissione sanità, presieduta da Nicola Lucci, consigliere di Fermo Forte, nella quale si è discusso di varie tematiche: dalla situazione vaccinale e del Covid19 a Fermo, grazie alla relazione del dott. Ciarrocchi Giuseppe, responsabile del servizio prevenzione dell’Area Vasta 4, fino a toccare tematiche più inerenti alla condizione generale della sanità fermana.

Il presidente Lucci ha elencato una serie di criticità, emerse dal confronto con il proprio gruppo politico di Fermo Forte, tra le quali spicca: “Il sollecito all’ azienda sanitaria regionale a nominare in tempi brevissimi il nuovo direttore dell’Area Vasta 4, con l’auspicio che quest’ultimo sia un professionista del settore, il quale conosca il territorio e contemporaneamente le esigenze della struttura ed abbia l’esperienza necessaria per poter intervenire immediatamente sulle criticità emerse nella contingente pandemia” .

Nella relazione del presidente inoltre, si sollecita l’istituzione: “Della struttura dell’ emodinamica, previa rimodulazione del reparto di Cardiologia, che allinei l’Area Vasta 4 al resto della Regione, nonché l’istituzione della robotica operatoria come elemento indispensabile di avanzamento tecnologico; si fa interprete del disagio di tutta la comunità Fermana rispetto al ritardo del completamento della struttura sanitaria di Campiglione indispensabile all’adeguamento del servizio sanitario di tutta la provincia ai migliori standard operativi attuali; chiede l’aumento del personale in tutti i reparti per aumentare il livello del servizio, soprattutto in quelli con gravi carenze, come il pronto soccorso ed infine auspica dalla Regione una precisa informativa sulla disponibilità di adeguati finanziamenti per completare il nuovo ospedale entro il luglio 2023”.

Questi argomenti  possono essere il punto di partenza di un manifesto per una nuova sanità fermana, così come anche auspicato dalla dott.ssa Mariani di Piazza Pulita, intervenuta durante la seduta della commissione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti