facebook twitter rss

‘Criminali si diventa’: il cast si presenta, Sydonia: “Porteremo a Fermo una fiction”

FERMO - Il produttore esecutivo del film prodotto da Sydonia Production, Nazareno Gismondi: "La città ha contribuito al 65% delle riprese. Fermo è stata rappresentata in tutta la sua bellezza con più di 20 set diversi e ben 20 giorni di riprese. Grazie al contributo di Francesco Memmi espanderemo questo prodotto anche all'estero. Stiamo lavorando insieme a Giorgio Vignali per ambientare una fiction a Fermo e trascinare alcuni attori famosi". Ivano Marescotti e Lodovico Guenzi: "Location meravigliosa per lavorare, bisognerebbe illuminare il fermano anche di notte per valorizzare lo splendido panorama“
Print Friendly, PDF & Email

 

di Leonardo Nevischi

“Stiamo lavorando per poter ambientare una fiction a Fermo e trascinare qui alcuni attori famosi”. Uno spoiler del genere mette già l’acquolina in bocca, soprattutto se a farlo è il contract manager di Sydonia Production, Nazareno Gismondi. Tuttavia per il momento la città di Fermo si dovrà ‘accontentare’ di assaporare l’ebrezza di rivedersi in un’action comedy girata per il 65% tra le mura ed i panorami della città.

L’idea della Sydonia è, appunto, quella di creare una struttura seria, che possa promuovere le Marche nel mondo. “Fermo è presente per il 65% delle riprese di ‘Criminali si diventa’ – spiega Gismondi -. Abbiamo cercato di inserire tutte le location che potessero valorizzare e rappresentare al meglio la bellezza di Fermo come il Duomo, Piazzale Azzolino, Palazzo dei capitali e Palazzo dei Priori. Abbiamo girato in più di 20 set per quasi una ventina di giorni. Vogliamo ringraziare la città nella sua interezza: dai cittadini alla polizia locale, dall’arma dei carabinieri che si è messa a disposizione ai vari enti che ci hanno aiutato e assistito durante le riprese come i vigili del fuoco volontari e la Cavalcata dell’Assunta che ci ha fornito i figuranti. Questo film – illustra il numero uno di Sydonia – sarà molto visibile in tutto il paese e la nostra idea è di continuare nel tempo con la promozione della città di Fermo perché ha molte risorse cinematografiche. Nella produzione del film vi è entrato anche Francesco Memmi, un produttore che ha esperienza in America tramite l’Universal Studios e ci darà la possibilità di espandere questo film a livello internazionale”.

Oggi sarà il penultimo giorno di lavoro sul set, poi venerdì si terrà la festa della fine delle riprese alla quale parteciperanno tutti: sceneggiatore, registi, attori e istituzioni. Di fatto, alla presentazione odierna mancavano alcuni attori come Martina Fusaro che già dalla prima mattina erano impegnati sul set. Non sono mancati invece gli interventi degli altri interpreti quali Ugo Dighero, Giacomo Bottoni e Ivano Marescotti: “Fermo è un posto unico – hanno commentato -. si ha la sensazione di stare perennemente in vacanza. Lavorare qui è una delizia e ci dà grande gioia. La gente è sempre disponibile e con il sorriso e speriamo di poter lavorare nuovamente qui molto presto”.

In rappresentanza delle quote rosa del cast è intervenuta l’attrice Carola Abdalla Said che si è detta “felice di aver interpretato per la prima volta un personaggio di colore ma italiano. In genere, date le mie caratteristiche di donna con uno spiccato accento romano e dal padre keniota, mi capitava di fare la parte della classica immigrata sfigata”.

In collegamento via Skype è intervenuto anche Lodovico Guenzi dello ‘Stato Sociale’ che fa parte anch’esso del cast di ‘Criminali si diventa’: “Ho avuto già il piacere recentemente di apprezzare il fermano grazie a Fantasanremo, quando gli organizzatori di Porto Sant’Elpidio mi hanno omaggiato con una bottiglia di Varnelli. Devo quasi tutta la mia crescita professionale al territorio fermano-maceratese, perché nel mio primo periodo musicale ho suonato molto tra Sarnano, Civitanova, San Severino, Montecosaro e Comunanza. Soggiornare nel fermano è stato meraviglioso e ho apprezzato molto pranzare dinanzi ad un paesaggio mozzafiato. L’unico consiglio che mi sento di dare è quello di illuminare il fermano anche di notte per valorizzare ulteriormente il panorama”.

Un panorama che ha colpito particolarmente anche Giorgio Vignali, scrittore e sceneggiatore del film: “Mio padre era innamorato delle Marche, mi portò una volta a Senigallia e da allora sono rimasto legato anche io a questa regione. Questo panorama un anno fa rispecchiava perfettamente lo slogan ‘andrà tutto bene’ legato alla pandemia: la pace e la tranquillità dei marchigiani mi ha aiutato ad incastonare questa regione in una storia che potrebbe accadere ovunque”.

Non poteva poi mancare il ringraziamento del sindaco di Fermo Paolo Calcinaro e dell’assessore alla cultura Nicole Lanzidei: “La nostra intenzione è quella di promuovere la nostra città e nel corso degli anni le abbiamo provate tutte, tra cui ora anche la via cinematografica. Stiamo cercando con vari mezzi di far segnare Fermo nei radar, anche perché chi non la conosce, una volta che la visita ne resta affascinato”.

A tal proposito fanno eco le parole del presidente di Cna Cinema Marche, Henry Secchiarolici: “Ci stiamo prodigando con la regione affinché 3-4 milioni di euro siano destinati al cinema per fare di questo bellissimo territorio una vetrina internazionale. Mi auguro che la regione avvii questo processo di produzione e di formazione di questo lavoro”.

Ora per ‘ Criminali si diventa’ il prossimo step sarà quello di essere presentato nei vari festival e capire il periodo di messa in onda. “È difficile fare una programmazione: il nostro obiettivo è di trovarlo tra ottobre e novembre nelle sale cinematografiche – chiosano i due registi Luca Trovellesi Cesana e Alessandro Tarabelli -. Un altro target che vogliamo raggiungere è quello di esportare il film all’estero perché il ‘Made in Italy’ che parla d’arte e di paesaggistica è molto richiesto. Oggi e domani avremo in visita alcuni distributori di Roma e Milano per cui possiamo affermare che si sta già parlando del film in tutta Italia”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti