facebook twitter rss

Cresce l’Università a Fermo: più iscritti e più corsi, logopedia e laboratorio di ricerca Tech. Ampliata Ingegneria gestionale

FERMO - Il sindaco Calcinaro: "“Numeri che danno spazio a migliorìe per la magistrale di ingegneria gestionale con un ampliamento dei corsi, che saranno così maggiormente attrezzati a trattenere chi poi esce dalla triennale”. Il rettore Gregori: "Una forte convergenza di interessi, che non è scontata"
Print Friendly, PDF & Email

Cresce l’università a Fermo. Sempre più. Cresce nei numeri, negli immatricolati, nei laureati, cresce nell’offerta didattica. A fornire una panoramica complessiva il sindaco e presidente Euf Paolo Calcinaro, insieme al Rettore della Politecnica Gian Luca Gregori. La popolazione universitaria a Fermo è passata dai 425 iscritti di ingegneria gestionale del 2016 a 601 del 2020, cui si aggiungono i 218 di infermieristica per un totale di 820 iscritti. 139 i laureati nell’a.a. 2019-2020. “Dati che significano più presenza, più economia, più vita in città – ha detto il sindaco – un grazie al sostegno di tutto il cda, alla Fondazione Carifermo”. Presente, alla conferenza stampa per fare il punto sulla realtà universitaria fermana, il presidente Carifermo srl Amedeo Grilli che ha portato i saluti del presidente della Fondazione, Alberto Palma.


“Numeri – ha anticipato il primo cittadino – che danno spazio a migliorìe per la magistrale di ingegneria gestionale con un ampliamento dei corsi, che saranno così maggiormente attrezzati a trattenere chi poi esce dalla triennale”. Intervento appassionato quello del sindaco e Presidente dell’Ente Universitario del Fermano che ringrazia la struttura Euf con la direttrice Silvia Principi per il lavoro di accoglienza degli studenti “che li fa sentire a casa”.
Una forte convergenza di interessi, che non è scontata” le parole del Rettore ringraziando il Sindaco, il Comune, il cda e la Fondazione Carifermo per il grande lavoro di squadra a beneficio dell’università. Rettore che ufficializza a settembre l’avvio del corso di logopedia, già accreditato, ringraziando i docenti di infermieristica guidati dal Presidente del corso Giampiero Macarri e dal direttore Adoriano Santarelli. Università che crescerà con i dottorati di ricerca e nuclei di ricerca stabili per far crescere il territorio, completando così la filiera dopo gli step già attivi di triennale e magistrale.

Ad evidenziare i dati di ingegneria anche il preside Maurizio Bevilacqua. Quadro completato con il futuro laboratorio di ricerca del progetto Fermo Tech che verrà aperto a breve, la cui sinergia con la Politecnica delle Marche è stata presentata da Michele Germani. Presente anche il Presidente Cucs Ingegneria Gestionale Archimede Forcellese.
Fermo Tech: Fermo Technology lab per l’innovazione e la ricerca di prodotti “Made in Italy” è un progetto finanziato dal Comune di Fermo a gennaio 2021 e finalizzato alla creazione di un Laboratorio di Ricerca e Trasferimento Tecnologico che vede Univpm come organismo di ricerca di riferimento, che vede una cordata di 8 aziende e 2 Università (Univpm e Unicam).


Il progetto Fermo-Tech è stato avviato a febbraio e da esso scaturirà un Laboratorio di ricerca e trasferimento tecnologico prima nei locali del Comune in via dell’Università, con apertura nei prossimi giorni, e successivamente nell’ex Mercato Coperto, in Piazzale Azzolino. La collaborazione sinergica tra il Laboratorio Fermo Tech ed il corso di Ingegneria Gestionale di Univpm porterà ad percorso attuativo con due obiettivi: attivare un gruppo di neo-ricercatori Univpm (6 persone) che operino a Fermo sia tenendo insegnamenti nel corso Magistrale in Ingegneria Gestionale sia svolgendo attività di ricerca presso Fermo Tech. I ricercatori vengono finanziati da Univpm, Euf ed aziende partecipanti a Fermo-Tech. I ricercatori saranno operativi per almeno 5 anni, a partire da ottobre 2021. I ricercatori potranno collaborare con le aziende di riferimento del Laboratorio ma anche con le altre varie filiere presenti nel territorio fermano;
il corso di Ingegneria Gestionale potrà essere ampliato nella parte dell’offerta formativa della Magistrale a partire dall’Anno Accademico 2022-23 (inizio a Settembre 2022), avendo come obiettivo quello di aumentare sensibilmente il numero di studenti derivante sia dalla iscrizione alla Magistrale dei laureati triennali in Gestionale che da lauree triennali diverse quali Informatica, Automazione, Meccanica, Elettronica, ed altre.
In particolare, saranno proposti i corsi di Produzione e logistica sostenibile, Digitalizzazione e analisi dell’informazione aziendale, Innovazione sostenibile di prodotti e processi, Percorso formativo che consentirà ai profili individuati di trovare occupazione sia nell’ambito di imprese che operano su scala locale, nazionale e multinazionale in differenti settori della produzione di beni e servizi (quali, ad esempio: consulenza aziendale; meccanica; moda; mercati finanziari, banche e assicurazioni; trasporti e logistica; informatica; elettronica e telecomunicazioni; marketing e distribuzione commerciale), che nell’ambito della pubblica amministrazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti