facebook twitter rss

Boutimàh e Ferrara, la Nazionale femminile di calcio a 5 pesca nel Fermano

FUTSAL - Rispettivamente pivot del Real Statte Taranto e laterale del Città di Falconara, le due fermane faranno parte della spedizione azzurra che ad ottobre dibatterà contro Svezia, Spagna e Slovacchia per le qualificazioni per accedere alle Final Four di Women’s Futsal Euro 2022
Print Friendly, PDF & Email

Erika Ferrara

FERMO – La nazionale di calcio a 5 femminile pesca tra i talenti del territorio fermano.

Sono infatti due le conterranee convocate per l’attività agonistica della Nazionale che in ottobre vedrà le Azzurre in Svezia dibattere contro le portacolori locali, la compagine di Spagna e la Slovacchia, nelle gare a mettere in palio la qualificazione alla Final four di Women’s Futsal Euro 2022.

Le giocatrici convocate: Sara Boutimàh, pivot del Real Statte (Taranto), migliore realizzatrice italiana nella stagione appena trascorsa avendo messo nel sacco altrui ben 28 reti, e votata anche come migliore nel ruolo del campionato nel circuito 2020/21.

Con lei Erika Ferrara di Lido di Fermo, laterale, in forza al Città di Falconara, società che ha da poco conquistato la prima Coppa Italia della sua storia, ed è in finale per lo Scudetto (titolo che si assegnerà nel prossimo fine settimana, con la disputa di gara tre dei relativi playoff al cospetto di Montesilvano), dopo aver dominato la regolar season senza subire sconfitta alcuna.

Sara Boutimàh

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore allo sport, Alberto Maria Scarfini, che si è già personalmente complimentato con le giocatrici.

Il lavoro paga, con tanti sacrifici, supportati da altrettanta passione, le due ragazze sono arrivate fino alla maglia azzurra – gli umori del membro di giunta -. Due nostre concittadine saranno quindi ambasciatrici della città di Fermo, nel contesto del calcio a 5 nazionale, che andrà addirittura a sfociare in una competizione europea, ben oltre cioè i confini patri. A loro il nostro più sentito e sincero in bocca al lupo”.

p. g. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti