facebook twitter rss

Irruzione nell’appartamento sospetto: in manette il pusher col reddito di cittadinanza

FERMO - Operazione dei carabinieri della stazione di Fermo in una casa del centro storico del capoluogo di provincia. Rinvenuti circa 10 grammi di eroina, 5 grammi di cocaina una piccola quantità di hashish, sostanze già confezionate in circa 50 palline in cellophane, accuratamente termosaldate
Print Friendly, PDF & Email

Spacciatore di sostanze stupefacenti tratto in arresto e assicurato alla giustizia. E’ l’ultimo ‘colpo’ messo a segno dai carabinieri nella lotta allo spaccio di droga.

Proseguono i controlli da parte dei carabinieri fermani, anche in materia di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti. E non mancano, infatti, i risultati: i carabinieri della stazione di Fermo, coordinati dal luogotenente Andrea Giannessi, hanno fatto irruzione in un’abitazione nel centro storico di Fermo procedendo all’arresto di uno spacciatore.
Da alcuni giorni i carabinieri della stazione di Fermo avevano notato uno strano andirivieni di giovani nelle vicinanze di un appartamento nel centro storico della città. Dopo i primi accertamenti è stata eseguita una serie di specifici servizi che hanno consentito di raccogliere determinanti elementi probatori.

“Per tale motivo, gli uomini dell’Arma, alle 9 di ieri – fanno sapere dalla compagnia dell’Arma di Fermo, guidata dal tenente colonnello Nicola Gismondi – hanno deciso di fare irruzione nell’appartamento al cui interno è stato sorpreso un giovane di circa 30 anni, fermano, già conosciuto alle cronache locali, che deteneva, ai fini di spaccio, diverse tipologie di sostanze stupefacenti. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti circa 10 grammi di eroina, 5 grammi di cocaina una piccola quantità di hashish, sostanze già confezionate in circa 50 palline in cellophane, accuratamente termosaldate. Nel corso della perquisizione è stato anche rinvenuto materiale per il confezionamento, e due bilancini di precisione.
Il giovane, condotto in caserma per le formalità, è stato dichiarato in stato di arresto e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria fermana. E questa mattina, alle 10, il giudice per le indagini preliminari, a richiesta della Procura della Repubblica che ha coordinato le investigazioni dei militari dell’Arma, ha decretato la convalida dell’arresto sottoponendo l’imputato alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Inoltre è stata avviata la procedura per la revoca del reddito di cittadinanza percepito dall’arrestato.
Così gli uomini dell’Arma, in pochi giorni, hanno stroncato un traffico di stupefacenti assicurando immediatamente alla giustizia lo spacciatore, ritenuto essere il fornitore di molti giovani assuntori del luogo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti