facebook twitter rss

Lungomare, le perplessità dei bagnanti: “La sosta si paga ma i parcometri dove sono?”

PORTO SAN GIORGIO - Sono in sostituzione e dovrebbero essere pronti per il primo luglio. Diversi chalet sono attrezzati con i grattini per andare incontro alle esigenze di clienti e bagnanti
Print Friendly, PDF & Email

di Serena Murri

L’estate parte ma senza parchimetri per i parcheggi a pagamento. Il lungomare Gramsci di Porto San Giorgio è in attesa della sostituzione delle colonnine per il pagamento delle soste blu. Come fare a pagare il parcheggio tanto agognato sulle strisce blu se, dunque, non ci sono più le colonnine per pagare il biglietto? Perplessità da parte dei bagnanti che con il week end hanno preso d’assalto la spiaggia. Qualcuno nella giornata di ieri ha anche ammesso di aver posteggiato l’auto all’interno delle strisce blu senza pagare, non avendo trovato l’apposita colonnina. Ed è dal lungomare sud che si sollevano le prime perplessità con bagnanti che puntano l’indice sul fatto di doversi muovere sul marciapiede alla ricerca di una postazione per il pagamento.

Come ogni anno è possibile effettuare il pagamento della tariffa dovuta recandosi presso alcuni degli chalet che offrono questo servizio ai clienti. In realtà, si tratta di una routine messa a punto sia per venire incontro ai clienti che prima di sdraiarsi sotto l’ombrellone, possono provvedere a pagare e ad esporre l’apposito grattino all’interno della propria vettura, sia per aggirare l’ostacolo, quando capita, delle colonnine non funzionanti o fuori servizio.

Durante le passate stagioni, era possibile acquistare il ticket anche presso l’edicola presente sud lungomare sud, cosa che invece per quest’anno non sarà possibile: “Quest’anno abbiamo fatto una scelta diversa – ha dichiarato uno dei dipendenti dell’edicola – in ogni caso, i responsabili del parcheggio a pagamento ci hanno fatto sapere che il servizio sarà sicuramente attivo dal primo luglio”.

I ticket per i parcheggi, restando sul lungomare sud, sono reperibili anche in diversi chalet tra cui il Quibeach dove una dei titolari, Barbara Quinzi ha spiegato: “Le colonnine erano da sostituire, sono venuti a prenderle a metà settimana. La maggior parte dei nostri clienti sa che teniamo i grattini e viene direttamente da noi una volta che ha trovato parcheggio. Noi lo facciamo per dare un servizio ai nostri clienti. Gli ausiliari del traffico che si occupano del servizio, sono passati in settimana e hanno detto che le colonnine verranno presto sostituite».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti