facebook twitter rss

Virus e segreti: il ricercatore Zambon e la giornalista Amurri al festival “Salpamenti”

PORTO SAN GIORGIO - Una storia finita nelle mani della procura, con risvolti internazionali. Misteri sulla gestione Covid e sull’Organizzazione Mondiale della Sanità. In uno splendido scenario al porto, il ricercatore Zambon, intervistato da Sandra Amurri, ha presentato la sua recente pubblicazione.
Print Friendly, PDF & Email

 

di Nunzia Eleuteri

“Il pesce piccolo – una storia di virus e segreti” dell’ex ricercatore dell’Oms, Francesco Zambon, ha destato certamente una grande curiosità. Un parterre numeroso quanto qualificato è intervenuto ieri sera al porto di Porto San Giorgio per la presentazione del libro nell’ambito del festival “Salpamenti” organizzato dal “Marina Di”.

Intervistato dalla giornalista Sandra Amurri, da poco rientrata a Fermo dopo l’inverno di lavoro che l’ha vista accanto a Massimo Giletti a “Non è l’Arena”, il ricercatore ha messo in risalto le tante problematiche emerse nell’era Covid a causa di un piano pandemico fermo al 2006.

“Un libro dedicato agli operatori sanitari e a tutti coloro che ‘a mani nude’ hanno dovuto combattere in prima linea contro il Covid proprio a causa di un piano pandemico non aggiornato”. Così ha esordito l’autore del libro che svela segreti e misteri nazionali e internazionali su una delle pagine di storia più brutte dell’umanità.

Zambon ha lavorato dal 2008 per l’Organizzazione Mondiale della Sanità, prima a Mosca e poi a Venezia dove si è prevalentemente occupato proprio del Covid fino alle sue dimissioni presentate a marzo scorso. Dimissioni maturate a seguito di un caso di portata internazionale ora finito nelle mani della procura. Zambon, infatti, insieme ad altri autori aveva stilato un approfondito report per l’Oms che avrebbe dovuto essere pubblicato a maggio 2020. “Report che metteva però in risalto errori ed omissioni, un piano pandemico abbandonato da decenni e il cui aggiornamento avrebbe invece potuto essere decisivo nell’affrontare l’emergenza” ha spiegato.

Ma il report è sparito, nessuna pubblicazione.

Non possiamo dare numeri certi ma posso dire che decine di migliaia di vite avrebbero potuto essere risparmiate” ha testimoniato l’autore con tono dispiaciuto, pacato ma deciso. La sua espressione è più che eloquente, quanto il racconto di ciò che ha vissuto in questo suo ultimo anno.

“La fisiognomica non mente – ha voluto sottolineare la coraggiosa giornalista Sandra Amurri cogliendo l’attimo – lui è come lo vedete! Una brava persona, trasparente e competente. L’Italia ha bisogno di questo: il merito deve prendere il sopravvento sulle logiche di potere.”.

Da sx: il presidente della “Marina Di Porto San Giorgio”, Renato Marconi, l’assessore alla sanità delle Marche, Filippo Saltamartini, la giornalista Sandra Amurri

E cosa aggiungere ad una frase così se non la speranza che questo avvenga? Un applauso spontaneo e ripetuto ha così suggellato la speciale serata al porto, con un meraviglioso tramonto alle spalle come meritata chiusura di un bel momento in attesa di altri che ne verranno.

“Salpamenti – il festival della mente rivolta al mare” continuerà infatti per tutto il mese di luglio con appuntamenti culturali, musicali, aperitivi e cinema all’aperto. L’obiettivo del presidente della “Marina Di Porto San Giorgio”, Renato Marconi, era quello di far sentire il porto come una presenza viva dentro la città. E l’obiettivo è già stato centrato con i primissimi eventi che hanno visto la partecipazione di tante persone che hanno apprezzato le qualificate iniziative, l’organizzazione di Matilde Galletti e lo splendido scenario al tramonto.

Tra i partecipanti alla presentazione del libro di Francesco Zambon, illustri ospiti locali tra i quali l’assessore regionale alla sanità delle Marche, Filippo Saltamartini, che in una chiacchierata informale a fine serata ha risposto alla nostra curiosità sulla prossima nomina del direttore Asur di Area Vasta IV di Fermo: “La giornalista Amurri ha parlato di competenza e vi assicuro che sarà solo questo il principio adottato nella imminente scelta”.

 

LE FOTO:


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti