facebook twitter rss

Ciip approva il consuntivo 2020: “Risultato positivo di 4 milioni e 20 di investimenti”

ACQUA - Il presidente Alati: "Un risultato più contenuto rispetto a quanto previsto dal Pef approvato dall’Ato 5 Marche Sud e dall’Arera, dovuto ai minori consumi di scuole, uffici pubblici, esercizi commerciali, palestre ed industrie a causa del lockdown da pandemia Covid e dai maggiori costi sostenuti per affrontare la crisi idrica"
Print Friendly, PDF & Email

Come da consueto appuntamento istituzionale, ieri si è riunita presso la propria sede l’assemblea dei 59 Comuni soci della Ciip, che con la partecipazione del 92,42% delle quote sociali, ha approvato il bilancio consuntivo 2020.

Il Presidente della Società, Giacinto Alati, ha aperto i lavori facendo una sintesi di quelli che sono stati i maggiori obiettivi raggiunti dall’azienda, ringraziando per questo i sindaci soci per la fiducia e la collaborazione accordate. Un ringraziamento non è mancato neanche ai dipendenti, tecnici, amministrativi e operativi, che hanno sempre garantito il servizio nei vari settori di competenza, nonostante i periodi critici dovuti alla crisi idrica e al Covid.

Dopo il suo intervento, il presidente, ha passato la parola al dirigente della Funzione Finanza e Logistica, Cesare Orsini, per l’illustrazione del bilancio consuntivo che, chiude al 31 dicembre, con un risultato positivo netto pari a 3.984.147 euro e con un totale di investimenti realizzati per 20.756.819 euro.

“Un risultato – spiegano dalla Ciip – più contenuto rispetto a quanto previsto dal Piano Economico Finanziario (Pef) approvato dall’Ato 5 Marche Sud e dall’Arera, dovuto ai minori consumi di scuole, uffici pubblici, esercizi commerciali, palestre ed industrie a causa del lockdown da pandemia Covid e dai maggiori costi sostenuti per affrontare la crisi idrica.

E’ stato evidenziato come la Ciip spa, società in house totalmente pubblica, abbia investito annualmente circa 66 euro per abitante contro una media nazionale di 44  euro e rappresenti da sola il 22% degli investimenti annui realizzati complessivamente dai 12 gestori principali della Regione Marche.

Al termine dell’assemblea il presidente Alati ha invitato Massimo Tonelli, responsabile del Servizio Reti, ad illustrare l’importante intervento, avvenuto il 18 maggio, sulle nostre adduttrici dell’acquedotto del Pescara. finalizzato a collegare le opere realizzate post sisma per conseguire un incremento della sicurezza dell’importante infrastruttura idrica. Tonelli ha evidenziato, anche attraverso un video, la complessità dell’intervento che è avvenuto in contemporanea su sei cantieri ed ha coinvolto circa 100 unità tra personale tecnico ed operativo. Il Bilancio Consuntivo 2020 ed il video dell’intervento sano consultabili sul sito aziendale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti