facebook twitter rss

Barche abbandonate, il Comune le rimuove: pulizia e recupero dell’area sul lungomare

PORTO SAN GIORGIO - Di Virgilio: “Intervento rapido, adesso un regolamento per gli spazi”
Print Friendly, PDF & Email

 

“Abbiamo completato con rapidità un intervento voluto dall’Amministrazione comunale e dai cittadini che ci ha permesso di pulire e fare ordine su un’area demaniale posta sul lungomare tra due concessioni balneari”, afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Di Virgilio.

Lunedì pomeriggio è stato concluso l’intervento che ha visto la rimozione di imbarcazioni per anni lasciate in stato di abbandono nei pressi della concessione n. 54.

“A fine maggio ho ricevuto la segnalazione di alcuni cittadini e diportisti sull’oggettivo stato di abbandono di quell’arenile – ricorda Di Virgilio – . Il Comune ha poi emesso un’ordinanza indicando un termine per lo spostamento del mezzi. C’è chi ha provveduto e chi no. Scaduti i termini abbiamo deciso di procedere alla rimozione dopo aver sentito la Capitaneria di porto, i Vigili urbani e la Sgds Multiservizi. Lunedì l’intervento è stato completato, l’area è stata ripulita. Ora daremo un ulteriore termine ai proprietari delle imbarcazioni rimosse: avranno la possibilità di recuperare i mezzi all’Ecocentro altrimenti provvederemo alla demolizione. Stiamo adesso redigendo il nuovo Piano di spiaggia: vogliamo fare un apposito regolamento per disciplinare l’ubicazione delle barche affinché quell’area possa mantenersi nello stato in cui è stata ripristinata”.

Il sindaco Nicola Loira auspica “più collaborazione da parte di tutti. L’area demaniale e il territorio comunale non sono luogo di abbandono di beni o rifiuti di ogni tipo. Gli operai della Sgds, quelli del Comune e gli agenti della Polizia Municipale potrebbero occuparsi di altro se ci fosse più buon senso anche da parte di quei pochi che scaricano sulla collettività i loro comportamenti non corretti”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti