facebook twitter rss

“Calzaturiero e moda, patrimonio dell’economia marchigiana”, sui fondi europei gli imprenditori dettano le priorità all’Osservatorio

MONTEGRANARO - Ieri pomeriggio riunione dell'Osservatorio. Il futuro di questi comparti economici passa da materiali innovativi e sostenibili, nuove concezioni stilistiche, prodotti innovativi e funzionali per benessere e sicurezza, e digitalizzazione
Print Friendly, PDF & Email

Da dx il presidente Acquaroli e l’assessore Carloni

Le Marche stanno diventando la più grande piattaforma logistica d’Italia e questo ci tornerà utile per rilanciare l’economia. Riteniamo che il futuro della nostra regione non vada accompagnato in maniera assistenziale ma le imprese vanno sostenute finanziariamente, soprattutto chi fa ricerca e innovazione e dobbiamo stabilire insieme chi vogliamo essere tra 10/15 anni”. Parole del vicepresidente Mirco Carloni, assessore alle Attività Produttive della Regione Marche in apertura dell’Osservatorio sulla Specializzazione Intelligente che ieri pomeriggio, a Montegranaro, ha affrontato il tema del settore moda con focus sul calzaturiero.
Il futuro di questi comparti economici passa, secondo le intenzioni della Regione Marche che sta lavorando ai bandi della nuova programmazione europea, su materiali innovativi e sostenibili, sulle nuove concezioni stilistiche, su prodotti innovativi e funzionali per benessere e sicurezza, sulla digitalizzazione.

Una sessione ricca di interventi salutata anche dal presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli: “Ascoltare i vari settori economici può sembrare un aspetto secondario ma queste sono scelte che incideranno per anni sui nostri territori e vanno ben ponderate. La moda e il calzaturiero sono tra i più grandi patrimoni della nostra economia, Sono i settori che hanno portato la nostra regione nel mondo ad altissimi livelli. Il lavoro che dobbiamo svolgere da oggi in avanti è concertazione e capacità di fare squadra”.
Imprenditori e Regione torneranno a riunirsi il 23 luglio quando i funzionari regionali presenteranno i punti recepiti nel corso del confronto. Secondo i dati della Camera di Commercio delle Marche la moda marchigiana conta circa 6.300 imprese e dà lavoro a oltre 37mila addetti. Oltre la metà del settore è rappresentata dal calzaturiero che, da solo, vale il 15% di tutto il manifatturiero regionale. Tessile, abbigliamento, pelletterie: settori fondamentali per l’economia della nostra regione e che più di altri hanno subito gli effetti della crisi pandemica. L’Osservatorio sulla Specializzazione intelligente è lo strumento che la Regione Marche ha individuato per condividere le scelte operative per redigere i futuri bandi e ottimizzare al massimo l’impiego delle risorse europee.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti