facebook twitter rss

Gara uno amara per Amandola, ma la corsa verso la B2 prosegue

VOLLEY - Nella prima finale promozione l'Edilmonaldi ha ceduto l'imbattibilità casalinga dopo quasi tre ore di gioco, in terra sibillina è maturato il blitz del Porto Potenza Picena. Tutte le fiches sono ora puntate sul match di ritorno
Print Friendly, PDF & Email

AMANDOLA – Ci sono volute quasi 3 ore di gioco per togliere l’imbattibilità casalinga alle ragazze dell’EdilMonaldi, per una vera e propria maratona è quella che è andata in scena giovedì 8 luglio al palasport di piazzale Pertini.Nel primo parziale le locali partono davvero fortissimo mettendo in difficoltà la corazzata potentina. Il cambio palla dell’EdilMonaldi è fluido e Mastri godendo di una ricezione spesso positiva, imprime un buon ritmo al gioco, gestisce al meglio le sue bocche da fuoco che trovano soluzioni ottimali in attacco (25-21). Nel secondo set Porto Potenza rientra subito in partita, Amandola vende cara la pelle ma la spuntano per 20-25 le ospiti capitanate da Erika Alessandrini, 187cm e un passato in serie A2 per lei.

Il calo  di tensione patito da Vittori e compagne nel terzo set è notevole, la ricezione non entra più e il gioco viene lasciato nelle mani della Volley Torresi che ne approfitta immediatamente (11-25).  Amandola, come l’araba fenice, risorge dalle sue ceneri nel quarto set, la ricezione si assesta e l’attacco sia dal centro che sulle ali si concretizza. Nonostante la fisicità e la compattezza delle ospiti le ragazze di Cupelli ritrovano la loro forza e la loro coesione. Tutto ciò che si è provato in allenamento torna a funzionare anche in partita e il match si riporta in parità (25-18).

Nel quinto e decisivo parziale l’EdilMonaldi parte titubante ma tiene la scia arrivando al cambio di campo 5-8 per le ospiti. Dopo il cambio campo entrambe le squadre sembrano poco lucide, complici probabilmente la stanchezza e il caldo. Sono 5 gli errori gratuiti per entrambe le formazioni nel set, ma sul finale, sul 13 pari, alle ragazze di Cupelli è forse mancato un po’ di coraggio e la paura di sbagliare ha prevalso. Le fredde potentine hanno invece difeso tutto ciò che arrivava nel loro campo e attaccato senza timori reverenziali conquistando il set 13-15 e il match.

Ottimo lo spettacolo fornito dalle due squadre, un match degno di una finale per la B2 nazionale. Il punteggio finale di gara 1 lascia ancora spiragli alle amandolesi, infatti così le ragazze di coach Raniero Concetti saranno costrette a vincere almeno tre set per conquistare la promozione e in caso di risultato equivalente, quindi qualora finisse 3 a 2 per l’EdilMonaldi la promozione sarà decretata dalla lotteria del golden set. Un’eventuale vittoria 3 a 1 o 3 a 1 delle ragazze di coach Giuseppe Cupelli riporterebbe la B2 ad Amandola. Niente è detto e tutto da vedere, sicuramente in questo match Vittori e compagne hanno mostrato le loro doti e la loro forza confermando che la loro presenza in finale è meritatissima.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti