facebook twitter rss

L’Assunta: dal 15 luglio, in Duomo la serie fotografica a cura di Alex Marè

FERMO - “Volevo trovare un modo per rimettere al centro la devozione alla Vergine Assunta in Cielo in occasione della solennità liturgica a Lei dedicata il 15 agosto – dice il Rettore – e l’incontro con Alex è stato una fantastica opportunità"
Print Friendly, PDF & Email

 

L’incontro fra la devozione alla Vergine Assunta, patrona dell’Arcidiocesi di Fermo e la sublime arte della fotografia in bianco in nero, dà vita ad un importante progetto che verrà esposto dal 15 luglio nella Cattedrale di Fermo.

L’ASSUNTA è il titolo scelto per la serie fotografica curata da Alex Marè, affermato e talentuoso fotografo fermano con la passione per il bianco e nero, che in 12 scatti ha raccolto l’infinita bellezza del gruppo scultoreo dell’Assunta, opera dello scultore fiammingo Giacchino Varlè, presente nell’abside della Cattedrale. L’idea è del rettore della stessa, don Michele Rogante, e prende forma nel febbraio del 2021 mentre il fotografo Marè è al lavoro col suo progetto personale “Ritratto Fotografico”. Durante una sessione di foto nel freddo del Girfalco, con la maestosità della Cattedrale alle spalle, don Michele intuisce che l’eleganza della foto in bianco e nero sarebbe stato un ottimo modo per valorizzare il gruppo scultoreo dell’Assunta, e ne parla col fotografo durante una pausa fra uno scatto e l’altro. L’intuizione piace e la passione di entrambi per il bello e per la città di Fermo fanno il resto.

“Volevo trovare un modo per rimettere al centro la devozione alla Vergine Assunta in Cielo in occasione della solennità liturgica a Lei dedicata il 15 agosto – dice il Rettore – e l’incontro con Alex è stato una fantastica opportunità. Non sempre si riesce ad apprezzare al meglio il bello che ci circonda; l’Assunta, in Cattedrale, è ricca di particolari che spesso rimangono nascosti ai più: l’occhio esperto di un fotografo come Marè avrebbe aiutato a far scoprire a tutti questa bellezza nascosta. Ecco l’idea di selezionare 12 foto scattate da 12 angolazioni, ognuna capace di cogliere un particolare diverso. Perché 12 ? – conclude don Michele – Perché 12 sono le stelle nella corona posta sul capo della donna vestita di sole dell’Apocalisse (Ap 12,1), versetto che troviamo come Antifona di Ingresso alla liturgia del 15 agosto e all’interno della 1° lettura della liturgia del giorno: un numero che rimanda alla liturgia dell’Assunta e alla Vergine”.

La mostra sarà allestita nella Cappella dell’Immacolata (che già custodisce la splendida icona della Vergine donata da San Giacomo della Marca) all’interno della cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo, dal 15 luglio al 15 settembre 2021. Sarà visitabile tutti i giorni, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00. L’ingresso è gratuito.
In occasione del Mercatino dell’Antiquariato e dell’Artigianato, il 15 luglio, primo giorno di mostra, l’orario sarà continuato dalle 15.30 alle 23.00.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti