facebook twitter rss

Verso il Palio, tornano i pronostici di Federico Raccichini: “Ecco chi potrebbe avere il passo giusto”

FERMO - Dopo la scelta dei cavalli ecco potrebbe avere il passo giusto per portarsi a casa l’oro di Ferragosto
Print Friendly, PDF & Email

 

Una foto d’ epoca del Palio lungo Viale Trento

di Federico Raccichini

Se fossi un bookmakers (e nella vita non lo sono mai stato) aprirei 2/1 VANADIO DA CLODIA, vero che è tanto che non vince e che è soggetto che macina metri su metri ma il grigione targato Ronciglione dovesse adattarsi al percorso potrebbe avere il passo giusto per portarsi a casa l’oro di Ferragosto.
Se fossi un viveur sceglierei il fascino e siccome il fascino è sempre femminile andrei con SILBOMBA, piccola ma tanto potente, adatta alla doppia prova e con il fisico per poter reggere tutte le partenze possibili poi dopo vuoi mettere festeggiare tutta la notte con Ludovico Orlandi?! meglio che vincere il Palio.

Se fossi un Capo Contrada vorrei pescare UBERT SPY, il grigio caro a Ciccio Muzzi è un soggetto tutto da prendere con le molle ma tanto potente, il canapo magari non è il suo forte ma dovesse andare via liscio poi bisogna andarlo a prendere.

Se fossi un orafo vorrei pescare AMETISTA DA CLODIA, il nome ci calza a pennello ma il baio di casa Narduzzi è un peperino niente male visto che solo adesso sta cominciando ad affilare le armi, la vittoria nel Gran Premio a Firenze è il lasciapassare per stamparsi addosso il ruolo di favorito…e poi ditemi se non è un gioiello…

Se fossi scaramantico vorrei VICKY FORTUNA che ha un nome che è tutto un programma. Ma se un nome non basta per vincere a Ferragosto, la femmina mette sul campo la sua velocità di base, l’adattabilità al canapo e alle prove ripetute, poi si presenta a Fermo dopo una vittoria netta a Follonica, tutto sommato chi la pescherà non potrà parlare di sfortuna.
Se fossi un mago vorrei pescare ABRACADABRA, il nome è tutto un dire ma anche il ruolino della femmina non è mica male, dalla curva in poi dovranno fare tutti i conti con lei visto che la specialità della casa è la chiusa veloce.

Se fossi un meteorologo vorrei sorteggiare una TEMPESTA, se poi è DA CLODIA tanto meglio, visto che il marchio Anguillarino è sinonimo di garanzia. Occhio che la Tempesta sa travolgere, non manca di velocità, sempre chiacchierata, è un po’ una novella Godot ma quando si parla di palio non si sa mai.
Se fossi un pittore vorrei SAN VITTORE, la bellezza del sauro è arci nota, voto 10, ed è già un punto a suo favore. Certo, vincere il palio a 10 anni non è mai semplice, anzi, non ci è mai riuscito nessuno ma mai dire mai quando si parla di un soggetto abituatissimo a questo tipo di schemi.

Se pescassi UNADEA vorrei che corresse come a Pisa, allora le chance aumenterebbero a dismisura.
E ZAMURA è la classica sorpresa a grossa quota con licenza di vincere, visto che sa partire molto forte e le servirà molta fortuna, ma si sa che la fortuna è femmina quindi…

Se avessi la bacchetta magica invece rivorrei i purosangue a Ferragosto, la corsa a Viale Trento e gli anni ‘80, le prime patatine al cartoccio, la pizza di Ruzzetta, la sala corse sotto il palazzo Tronelli, le paste di Alimento e le passeggiate in piazza, la boutique della caramella, ma sono passati 40 anni e restano solo ricordi indelebili che non torneranno più.

 

Verso la corsa al Palio 2021: ecco i dieci cavalli che si sfideranno il 15 agosto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti