facebook twitter rss

La presidente Vitturini critica sulla serata elpidiense di Non a Voce Sola: “Più pari opportunità e meno opportunità di parte”

PORTO SANT'ELPIDIO - "Nella commissione che ho l’onore e l’onere di rappresentare daremo la ribalta a una coralità di voci. L’organo da me presieduto, da ora in avanti, si proporrà di rappresentare tutte e tutti"
Print Friendly, PDF & Email

Maria Lina Vitturini

 

“A causa di impegni pregressi non ho potuto partecipare alla serata organizzata a Porto Sant’Elpidio per la rassegna Non a voce sola. L’essere stata invitata all’ultimo minuto non mi ha permesso di riorganizzare la mia agenda e di questo mi dispiaccio. Abbiamo patrocinato l’evento appena si è insediata la nuova commissione pari opportunità e non ho la minima intenzione di entrare nel merito delle scelte sull’ospite che si è deciso di portare a Porto Sant’Elpidio”. Inizia cosi la nota della presidente della commissione regionale Pari Opportunità  Maria Lina Vitturini, esponente di Fratelli d’Italia, in merito all’incontro della rassegna di cultura svoltosi a Porto Sant’Elpidio e che ha visto ospite il giornalista Gad Lerner.

“Avrei preferito, però – spiega la Vitturini –  trattandosi di unica data in questo Comune, che al centro dell’argomento ci fossero state più pari opportunità e meno opportunità di parte. Meno racconto di un’Italia vista da una sola prospettiva e più confronto. Nella commissione che ho l’onore e l’onere di rappresentare daremo la ribalta a una coralità di voci. L’organo da me presieduto, da ora in avanti, si proporrà di rappresentare tutte e tutti. Non ci saranno porte chiuse in faccia per alcuni e porte spalancate per altri. Prevarrà il merito, l’argomento di interesse. Scevro da ideologie e pregiudizi. Non vogliamo, non dobbiamo raccontare solo una parte d’Italia. Non temiamo il confronto, anzi, lo cerchiamo. Riteniamo, in tutta onestà, di poter garantire solo così la vera parità delle opportunità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti