facebook twitter rss

Tamberi salta nella storia: è medaglia d’oro alle Olimpiadi

SALTO IN ALTO - Il 29enne nato a Civitanova salta 2.37 metri e sale sul gradino più alto del podio con Barshim. Trionfo made in Marche
Print Friendly, PDF & Email

 

WhatsApp-Image-2021-08-01-at-14.45.28-1-650x488

La gioia di Gianmarco Tamberi

di Michele Carbonari

Olimpiade da sogno per Gianmarco Tamberi: vince la medaglia d’oro a Tokyo grazie ad uno stratosferico 2,37, condiviso insieme al qatariota Barshim.

Tamberi-Tokyo-oro-13-325x244

Tamberi e Barshim decidono di condividere la medaglia d’oro

Il 29enne di Offagna, nato a Civitanova, si rende protagonista di una prestazione impeccabile e vicina alla perfezione, superando la concorrenza di avversari fortissimi. Gimbo Tamberi si prende la rivincita di Rio 2016 (saltata a causa di un brutto infortunio al legamento della caviglia) e si regala un meritatissimo podio olimpico, toccando il punto più alto della sua carriera. «Ore 12 italiane. Le mani al cielo, il cuore in gola, tutti in piedi sul divano….Finale olimpica!!! Un sogno che rincorro da anni e che con voi al fianco si sta trasformando in realtà. Non sto più nella pelle….Show time». È questo il messaggio che Gianmarco Tamberi scrive nel suo profilo Facebook. Non delude le attese e mantiene la promessa, regalando spettacolo a tutti gli italiani attaccati al televisore.

 

WhatsApp-Image-2021-08-01-at-15.05.33-650x369

 

Nella finale di Tokyo Tamberi non sbaglia mai fino ai 2.37 rispondendo di colpo in colpo al qatariota Barshim. Parte bene con 2.19, 2.24, 2.27, 2.29, 2.30 di “riscaldamento”. Poi i giochi iniziano a fare sul serio ed ecco 2.33 e 2.35, superati brillantemente. Gli sfidanti sbagliano strada facendo ma decidono di non effettuare l’ultima prova per provare le misure successive. Il 2.37 più è selettivo. Gimbo va ancora in scioltezza, lo stesso fa il rivale Barshim e il bielorusso Nedasekau, che è dietro per aver commesso un errore in precedenza.

Tamberi-Tokyo-oro-14-325x244

Tamberi e Jacobs

Nessuno riesce a superare i 2.39 e Tamberi e Barshim, primi a pari merito, vengono convocati dal giudice arbitro che, secondo il regolamento, prospetta tra le ipotesi per assegnare la medaglia più pesante anche la condivisione del primo posto. I due non se lo fanno ripetere ed esplode la gioia di Gimbo, che esulta tenendo in mano il gesso che “bloccò” la caviglia dopo l’infortunio del 2016, il quale gli negò la partecipazione alle olimpiadi di Rio.

La felicità è talmente tanta che il 29enne nato a Civitanova abbraccia tutti coloro che si trova di fronte, come la saltatrice in lungo portoghese Mamona e qualche istante dopo il velocista italiano Marcell Jacobs, anche lui laureatosi campione olimpico, nella competizione regina, i cento metri, per una giornata indimenticabile per l’Italia sportiva.

 

Tamberi-Tokyo-oro-5-650x488

L’esultanza con la portoghese Mamona

Tamberi-Tokyo-oro-4-650x488

WhatsApp-Image-2021-08-01-at-14.45.28-650x488

Tamberi-Tokyo-oro-11-650x488

Tamberi-Tokyo-oro-10-650x488

Tamberi-Tokyo-oro-12-650x488

Tamberi-Tokyo-oro-9-650x488

Tamberi-Tokyo-oro-6-650x488

Tamberi-Tokyo-oro-7-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-10-650x488

Gimbo supera i 2.37

Tamberi-Tokyo-2.37-5-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-4-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-2-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-3-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-12-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-11-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-13-650x488

Tamberi-Tokyo-2.37-14-650x488

Tamberi-Tokyo-2.35-11-650x488

Tamberi-Tokyo-2.35-9-650x488

Tamberi-Tokyo-2.35-1-650x488

Tamberi-Tokyo-10-650x488

Tamberi-Tokyo-9-650x488

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti