facebook twitter rss

“Incuria e regole anti-Covid: quanti limiti dell’amministrazione”, Panichi rompe il silenzio

PORTO SAN GIORGIO - L'ex vicesindaco e assessore a commercio e turismo torna a far sentire la sua voce: "Chiedo alle autorità competenti di intervenire per fare chiarezza sulla regolamentazione allo svolgimento di eventi per salvaguardare la salute dei cittadini"
Print Friendly, PDF & Email

“Avevo giurato di starmene fuori da ogni situazione politica della città dopo le tante esperienze negative che la politica mi ha offerto, facendomi perdere la cognizione della serietà e del buon comportamento nei confronti dei cittadini. Purtroppo il mio giuramento è durato circa dieci anni. Ora, dopo aver ingoiato tantissimi rospi, penso che sia arrivato il momento di vuotare il sacco”. A parlare è l’ex assessore al turismo Attilio Panichi. E il suo obiettivo è l’amministrazione Loira.

“Sono stato vicesindaco e assessore al Turismo e Commercio di questo paese e penso che in quei pochi anni che sono rimasto in carica di essermi comportato con attitudine e molta serietà. Tutti mi ricordano per le tante iniziative organizzate e per la mia disponibilità rivolta ai cittadini e commercianti. Premetto, e questo sia ben chiaro a tutti, che non ho nessuna intenzione di cimentarmi alle prossime elezioni comunali né ora e né mai.
La mia decisione di intervenire sulla stampa – spiega Panichi – è legata all’amore che riservo a questa città dove sono nato e dove svolgo la mia attività commerciale. Porto San Giorgio, Perla dell’Adriatico. Così era chiamata dai turisti che soggiornavano nel nostro paese tantissimi anni fa. Oggi invece la ricordano per l’incuria e la sporcizia che regna sovrana in ogni luogo. A fare da coreografia al tutto c’è l’incapacità amministrativa totale di questa amministrazione ad organizzare e a far rispettare le regole che oggi, purtroppo, il Covid ci impone per evitare la trasmissione del virus. Sappiamo benissimo che – incalza l’ex vicesindaco – oggi per organizzare un concerto musicale occorre rispettare delle regole come distanza, delimitazione per il pubblico con seggiole, prenotazione obbligatoria a sedersi e, da qualche giorno, anche il Green Pass. Ieri sera in occasione di un concerto in piazza della stazione, l’amministrazione, nel rilasciare il premesso allo svolgimento dell’evento, ha disposto regole per evitare assembramenti? Pertanto chiedo alle autorità competenti di intervenire per fare chiarezza sulla regolamentazione allo svolgimento di eventi per salvaguardare la salute dei cittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti