facebook twitter rss

Palio, Molini Girola riabbraccia Ultimo in attesa di Viky Fortuna

FERMO - Dopo aver salutato Ciamarro la contrada Molini Girola inizierà a preparare la cena della vittoria sempre rispettando le varie normative anti Covid-19
Print Friendly, PDF & Email

A distanza di una settimana, la contrada Molini Girola continua a festeggiare la vittoria del Palio 2021 di Fermo. Un’edizione atipica senza molto pubblico, senza festeggiamenti in piazza con musica e balli ma che ha ridato entusiasmo alla contrada Molini Girola dopo un anno e mezzo di vuoto.

Tra un addobbo della nuova rotonda e molti brindisi il direttivo di Molini Girola prima di riabbracciare il cavallo Viky Fortuna e il suo fantino Alessio Migheli ha voluto rivedere il cavallo che ha regalato ai verdi azzurri il terzo palio, quello del 2010, Ultimo. Il cavallo, vero nome Ciamarro, si gode la meritata pensione presso l’azienda agricola Polozzi di Servigliano. Nel 2010 Ciamarro con in sella Alberto Antinori ha riportato il drappo ai verdi azzurri dopo un attesa di ben 24 anni. Proprietari erano Andrea Tulli e il priore della contrada Leonello Alessandrini che successivamente ricoprirà la carica di vicepresidente della Cavalcata dell’Assunta. Oggi Ciamarro, alla bella età di 16 anni, passeggia per i campi della sua nuova casa, libero e felice. Ben curato dai suoi nuovi proprietari. La contrada Molini Girola ha voluto riservare la giusta attenzione e il giusto ringraziamento – spiegano dalla contrada stessa – ad un animale che rimarrà nella storia della contrada. La cavalcata dell’Assunta è una festa di popolo ma è anche rispetto per gli animali, in questo caso i cavalli, che per un giorno rappresentano le Contrade. Tra foto ricordo e sorrisi Ciamarro sembra proprio a suo agio soprattutto con i bambini, segno evidente di una vita tranquilla e sana. Dopo aver salutato Ciamarro la contrada Molini Girola inizierà a preparare la cena della vittoria sempre rispettando le varie normative anti Covid-19″.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti