facebook twitter rss

Doppio colpo in centro storico, ladri all’Artigianelli e nella redazione di Radio Fm1 e Cronache Fermane: Carabinieri sulle tracce dei criminali

FERMO - Nella notte appena trascorsa i ladri sono entrati in azione prendendo di mira la sede del Centro di Formazione Professionale Artigianelli in Via don Ernesto Ricci e la redazione di Radio Fm1 e Cronache Fermane in corso Cefalonia, entrambe a pochi metri di distanza e in pieno centro
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Un doppio colpo nel cuore del centro storico di Fermo. Nella notte appena trascorsa i ladri sono entrati in azione prendendo di mira la sede del Centro di Formazione Professionale Artigianelli in Via don Ernesto Ricci e la redazione di Radio Fm1 e Cronache Fermane in corso Cefalonia, entrambe a pochi metri di distanza.

Questa mattina l’amara scoperta e il tempestivo intervento del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri, con i Militari che subito si sono messi sulle tracce dei malviventi che, vista la tipologia di bottino, erano a caccia  quasi esclusivamente di denaro contante.

Per quanto riguarda la redazione di Cronache Fermane e gli studi di Radio Fm1 i ladri hanno forzato la porta di accesso e una volta dentro hanno messo a soqquadro gli uffici commerciali alla ricerca di soldi. Il bottino è in fase di quantificazione.

Stessa cosa per quanto riguarda la scuola Artigianelli dove anche qui l’obiettivo erano i soldi. In entrambe le sedi i ladri hanno rovistato nei cassetti, ribaltato i faldoni con i documenti all’interno, scardinato le cassettiere chiuse a chiave.

Le indagini sono in corso. Se infatti le telecamere comunali del centro storico arrivano solo fino alla prima metà di corso Cefalonia, lasciando scoperto tutto il resto,  una possibilità potrebbe arrivare dal sistema di video sorveglianza della sede centrale della Carifermo che si trova a pochi metri da entrambe le sedi finite nel mirino dei ladri.  Non è la prima volta che avvengono colpi simili in quella zona. In passato anche la sede della Camera di Commercio è stata presa di mira dal suo portone laterale.

A preoccupare da tempo sono infatti le scalette che da Via Matteucci, a pochi metri da piazzale Azzolino, salgono fino a corso Cefalonia, da sempre luogo appartato e sede di balordi.

La speranza è che in breve tempo anche quel tratto di Corso Cefalonia venga coperto dal sistema di video sorveglianza, scalette incluse, a garanzia di tutte le restanti attività commerciali che operano in quel tratto di centro storico che, in caso contrario, rischia di essere considerato di serie B. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti