facebook twitter rss

Conclusa nel Fermano la quinta edizione di Marameo Festival 2021: oltre ventimila presenze solo nelle Marche

TEATRO - Nella Regione Marche i Comuni aderenti sono stati: Civitanova Marche, Montegranaro, Morrovalle, Fermo, Montegiorgio, Lapedona, Porto San Giorgio, oltre a quelli dell'Unione Montana dei Monti Azzurri che hanno dato vita al nuovo format: “Friku Festival”
Print Friendly, PDF & Email

Con lo spettacolo di Venerdì 27 agosto a Porto San Giorgio si è conclusa la programmazione nel fermano della quinta edizione di MARAMEO MARCHE, che fa parte della rete interregionale del MARAMEO FESTIVAL, manifestazione che ha fatto registrare nel 2021 dei numeri assolutamente impensabili, soprattutto se rapportati alla difficile situazione sanitaria che il Paese sta attraversando. Le Regioni coinvolte sono state 5: Abruzzo, Calabria, Lazio, Marche e Puglia, oltre alla Basilicata che ha ospitato un progetto del festival, i Comuni sono diventati 41 con un balzo che ha visto raddoppiarsi quelli dello scorso anno, segno che il progetto ha un suo appeal, lungi ancora dall’essersi esaurito. Gli spettacoli programmati sono stati complessivamente 164, oltre a laboratori, incontri, mostre, animazioni, eventi, per quella che di fatto è diventata la più grande festa del Teatro per l’Infanzia e la Gioventù in Italia.

Nella Regione Marche i Comuni aderenti sono stati: Civitanova Marche, Montegranaro, Morrovalle, Fermo, Montegiorgio, Lapedona, Porto San Giorgio, oltre a quelli dell’Unione Montana dei Monti Azzurri che hanno dato vita al nuovo format: “Friku Festival”. Complessivamente nella Regione Marche sono stati programmati 45 appuntamenti di spettacolo, curati dalle tre direzioni artistiche: quella di Marco Renzi che è anche coordinatore di tutta la rete nazionale, Caterina Marchetti e Giuseppe Nuciari.

“Calcolare il numero delle presenze è cosa ardua – spiega Renzi –  ma possiamo ben dire che gli appuntamenti sono stati letteralmente presi d’assalto, con elenchi di prenotazione che raccontano di un popolo che ha trovato un posto sicuro dove portare i propri figli, un luogo dove innanzi tutto ci si può divertire insieme, ci si emoziona e si cresce, un luogo di incontro tra esseri umani, senza mediazioni di nessun web, dove è possibile farsi cullare dal racconto delle storie, prerogativa che ha fatto sopravvivere il teatro per duemila anni e che gli consentirà di essere sempre attuale, anche nell’era dell’informatica e della robotica, perchè il teatro è certamente un’arte antica ma non vecchia. Saranno stati ventimila, forse più, comunque tanti, ad affollarsi per FAVOLE AL VARCO a Civitanova Marche, per UN MARE DI FAVOLE e Porto San Giorgio, per FAVOLE E STELLE a Fermo, per PARCHI DA FAVOLA a Montegiorgio, per il PREMIO NAZIONALE OTELLO SARZI/VEREGRA CHILDREN a Montegranaro, per PAPPAPPERO a Lapedona, per PIAZZA DA FAVOLA a Morrovalle e ancora tantissimi al FRIKU FESTIVAL dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, il nuovo progetto nell’area del maceratese che ha avuto un successo straordinario e che proseguirà fino al 10 Settembre. MARAMEO è un progetto che in soli cinque anni ha dimostrato di saper mettere insieme persone e visioni, operatori che hanno voluto gettare lo sguardo oltre il proprio territorio di appartenenza per creare, tutti insieme, qualcosa di nuovo, di diverso e di importante, qualcosa di cui andare fieri”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti