facebook twitter rss

Gli angeli rossi salutano l’estate: sei salvataggi e zero incidenti. “Siete una grande squadra”

P.S.GIORGIO - I bagnini di salvataggio riuniti al Cozzaro nero sono stati salutati e ringraziati dalle autorità e dai rappresentati dei Comuni costieri della provincia di Fermo. Una cerimonia che di fatto segna la conclusione del loro lavoro per questa estate che sta volgendo al termine.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

La stagione balneare sta volgendo al termine ed il servizio di salvataggio fa un bilancio di questa seconda estate segnata dalla pandemia. Allo chalet del Cozzaro Nero si sono ritrovati i bagnini delle due cooperative City Service e Costa Sicura che, collaborando con la Confcommercio Marche Centrali, hanno controllato le spiagge fermane da giugno a pochi giorni fa, e con loro le istituzioni locali a cominciare dal Prefetto Vincenza Filippi. Simona Gentile, ormai ex comandante del Circomare che lascia il suo posto al neo comandante Cristiano Caluisi, l’on. Mauro Lucentini, Gilberto Belleggia presidente della Croce Azzurra e gli assessori di Porto San Giorgio Elisabetta Baldassarri ed Andrea Di Virgilio, il vicesindaco Francesco Toma Gramegna, gli assessori di Fermo Annalisa Cerretani, di Porto Sant’Elpidio Patrizia Canzonetta ed Emanuela Ferracuti, la sindaca di Altidona, Luciana Porrà, il vicesindaco di Pedaso Carlo Bruti, il presidente dei balneari Carlo Iommi ed il vicepresidente Romano Montagnoli

“Appena chiudiamo gli ombrelloni ripartiamo con la formazione. La sicurezza in questo territorio è un’eccellenza grazie agli angeli rossi ed al lavoro che svogliamo tutto l’anno. Oggi festeggiamo un dato importante: zero incidenti”. Ha esordito così Maria Teresa Scriboni della Confcommercio nel salutare le autorità presenti e illustrando alcuni dati dell’attività svolta. Molto positivi quest’anno. Solo 6 salvataggi di cui 5 a Porto San Giorgio ed uno a Fermo. Riguardo a come è strutturato il servizio la Scriboni ha ricordato che a Porto Sant’Elpidio vi sono 9 torrette e 22 bagnini, ad Altidona una torretta ed un bagnino, tra Fermo e Porto San Giorgio 33 torrette e 80 bagnini e due infine a Pedaso. “Inoltre abbiamo fatto tanti recuperi in mare di persone in difficoltà” ha aggiunto la Scriboni di passare la parola agli ospiti. 

“Da donna che ama il mare e si approccia con tutte le cautele e le attenzioni del caso, la presenza di questi angeli rossi tranquillizza molto. Testimoniano un senso di condivisione e di aiuto sotto l’egida delle cooperative, degli organi dello Stato e della Confcommercio”. Sulla stessa onda il vicesindaco di Porto San Giorgio Francesco Gramegna. “Siete una grandissima squadra e da parte mia avrete sempre una senso di ammirazione”. E’ stata poi la volta del vicesindaco pedasino Bruti. “Grazie a tutti voi per la collaborazione che avete prestato questa estate”. Anche il sindaco di Altidona ha sottolineato l’importanza del servizio “che intendiamo implementare nei prossimi anni”. Per Fermo ha preso la parola l’assessore al turismo Cerretani. “Siete una scena bellissima in questa serata e siete in grado di unirci come Comuni, abbiamo tutti lo stesso colore e non pensate che sia così semplice. Questa estate è stata una bellissima estate grazie a voi ed al vostro coraggio”. Per Porto Sant’Elpidio ha preso la parola  Patrizia Canzonetta:  “Un servizio fondamentale per la nostra spiaggia”.

E’ stata poi la volta dell’on.Mauro Lucentini. “Sono stato colpito dal concetto di squadra perché provengo dagli scout. Voi fate la differenza ed il vostro servizio fa la differenza nel settore del turismo”. Anche il consigliere regionale Marinangeli ha focalizzato l’attenzione sui concetti di solidarietà e squadra “che si traduce nel servizio all’utenza. Avete fatto anche un lavoro importante di prevenzione ed i numeri confermano la bontà dell’opera fatta” ha aggiunto.

A chiudere prima la comandante Simona Gentile. “Sono ragazzi fondamentali e sono i nostri occhi, i primi ad intervenire. Ma anche bravi perché lavorate in maniera scrupolosa”. Ed infine il successore Caluisi. “Il servizio di assistenza e salvataggio è gestito individualmente dal luogo da cui provengo ovvero Fiumicino, non c’è la squadra, cosa che c’è qui ed è un punto di di forza. L’attività di prevenzione è fondamentale ma il bagnino è importante anche nella gestione dell’emergenza, la vostra operatività accorcia i tempi di intervento e contribuisce alla sua gestione”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti