facebook twitter rss

Il Sindacato Autonomo di Polizia incontra il Prefetto Filippi: “Capacità di ascolto, professionalità e competenza a 360 gradi”

POLIZIA - Rappresentata la situazione di grave sofferenza dell’organico, ormai cronica, della Sezione della Polizia Stradale di Fermo e del Distaccamento di Amandola
Print Friendly, PDF & Email


“Le segreterie Regionali delle Marche e quelle Provinciali di Fermo del S.A.P. e del SIM Carabinieri, sono onorate di essere state ricevute da Sua Eccellenza il Prefetto di Fermo Dott.ssa Vincenza Filippi”. Così il segretario provinciale fermano del Sindacato Autonomo di Polizia Alessandro Patacconi, illustra l’esito dell’incontro che ha visto affrontare temi quanto mai importanti per il futuro del territorio provinciale e regionale.

“In premessa – spiega Patacconi –  il Prefetto ha inteso sottolineare la disponibilità all’incontro anche con la componente del S.I.M., pur precisando che allo stato della vigente normativa quest’ultima non è stata ancora a tutti gli effetti dotata del requisito della rappresentatività così come invece per il S.A.P. Il Segretario Regionale del S.A.P. Luca Bartolini con i Segretari Provinciali di Fermo Alessandro Patacconi e Costantino Alessandri, unitamente al Segretario Generale Regionale Marche Paolo De Angelis e Andrea Battistini, hanno rappresentato la situazione di grave sofferenza dell’organico, ormai cronica, della Sezione della Polizia Stradale di Fermo e del Distaccamento di Amandola che, conseguentemente, si ripercuote sul personale delle Volanti della Questura di Fermo e sulle altre Forze dell’Ordine, basti pensare che la Sezione Radiomobile dei Carabinieri di Fermo rileva più del 50% dei sinistri stradali che interessano la Provincia. Un progetto, quello della costituzione della Provincia del Fermo, che si è realizzato solo sulla carta ma non ha messo in campo le necessarie risorse, finanziarie ed umane, per far fronte ad una gestione delle criticità dell’ordine e della sicurezza pubblica lungo la riviera ma anche di tutte le problematiche che affliggono il territorio della parte montana gravemente martoriato dagli eventi sismici del 2016. Il clima di empatia, con cui si sono creati da subito i presupposti per un dialogo costruttivo, è risultato proficuo per l’individuazione delle possibili soluzioni affinché sia ristabilita la piena agibilità operativa alla Polizia Stradale di Fermo ed al Distaccamento di Amandola dove sono accantonati equipaggiamenti e veicoli in attesa di personale specializzato”.

Segretario provinciale che conclude: “Abbiamo rappresentato la necessità di un concreto coordinamento fra i vertici delle Forze dell’ordine non solo a competenza generale ma anche con il coinvolgimento delle Polizie Locali, in quanto queste ultime di fatto non riescono ad attuare quel piano coordinato di controllo del territorio avviato il 4 maggio 2018; noi dei Sindacati di Polizia e Carabinieri ci stiamo coordinando, ora tocca ai nostri Dirigenti ed alle altre Forze di Polizia”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti