facebook twitter rss

Autostrada chiusa, lo sfogo del Mancio: “Non un avviso, dovete vergognarvi”. La risposta: “Incontrerebbe gli operai?”

IL MISTER della Nazionale ha postato una storia su Instagram e la Società Autostrade per l'Italia gli ha risposto invitandolo a incontrare i propri lavoratori
Print Friendly, PDF & Email

post-mancini

La storia di mister Mancini su Instagram

 

Lo sfogo di Mancini per l’autostrada trovata chiusa al ritorno dalla partita della Nazionale, senza un cartello che ne desse l’avviso, lanciato sul social di Instagram con una storia. Poi, la riposta di Autostrade per l’Italia con un: “Le andrebbe di conoscere i nostri lavoratori?”. Il battibecco tra il mister della Nazionale e le Autostrade si è concluso, almeno per il momento, nel tardo pomeriggio di ieri. Tutto è iniziato nella notte precedente quando Mancio, infuriato, ha postato sul proprio profilo social lo sfogo di quel momento: «Queste sono le autostrade italiane, arrivi a mezzanotte dalla A7 allo svincolo A26 e trovi l’autostrada chiusa senza un cartello che segnala la chiusura. Vergognatevi ma in tanti dovete vergognarvi». Documentato con un video, il tecnico dell’Italia si lascia andare anche una parolaccia. L’entusiasmo per la vittoria che la sua Nazionale aveva appena portato a casa con un 5 a 0 contro la Lituania a Reggio Emilia, si è così rovinato durante il viaggio di ritorno. Autostrade per l’Italia non è stata però in silenzio e ha tenuto a rispondere al Ct jesino spiegando, con un botta e risposta sempre su Instagram che: «La chiusura della A26, inclusa in un programma di lavori riguardanti le gallerie, è stata attivata ieri dalle ore 21, in direzione Genova, a partire dal bivio per Novi Ligure/A7 fino al bivio per la A10. L’informazione della chiusura, inserita anche come previsione nella home page del nostro sito, è risultata sempre esposta sui pannelli luminosi in avvicinamento al tratto interessato, sia dalla A7 che dalla A26.

roberto-mancini-768x516-1-650x437

Roberto Mancini

In particolare la chiusura è stata preannunciata fin dalle ore 9 del mattino e in continuità segnalata a partire dalle 21 per tutta la durata dell’evento. Prendiamo in ogni caso spunto dal suo messaggio e cercheremo di migliorare ancora di più l’informazione di servizio». Alla fine, per deporre l’ascia di guerra, ecco la proposta: «Dentro quelle gallerie lavorano ogni giorno e notte centinaia di uomini e donne che danno il massimo per rispettare i tempi di consegna. Le andrebbe di venire a conoscerli? Saremmo infatti lieti di invitarla a fare un sopralluogo dentro questi cantieri. Troverà tanta passione e impegno, oltre che accesi tifosi suoi e della Nazionale che, invece che vergognarsi, la accoglieranno in modo affettuoso. Che ne pensa? La aspettiamo!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti