facebook twitter rss

Ic Rodari Marconi, tutto pronto per i Green Days: tre giornate tra sport, ambiente e socializzazione

PORTO SANT'ELPIDIO - Dal 15 al 17 settembre tutti gli alunni dell'istituto comprensivo, da quelli della scuola dell'infanzia a quelli della primaria e secondaria di primo grado, saranno impegnati in un progetto sociale, culturale, educativo e formativo che prevederà diverse attività sportive all'aperto
Print Friendly, PDF & Email

 

di Leonardo Nevischi

Promuovere uno stile di vita sano, i valori dello sport, la socializzazione e, non da ultimo, far conoscere e sperimentare le diverse discipline sportive praticabili in città. È con questi obiettivi che, l’istituto comprensivo “Rodari – Marconi” ha deciso di istituire i Green Days, ovvero delle giornate all’insegna dello sport, dell’ambiente e della socializzazione dedicate ai bambini della scuola dell’infanzia e ai ragazzi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado.

Un progetto sociale, culturale, educativo e formativo che, dal 15 al 17 settembre, vedrà i giovani alunni cimentarsi nelle più svariate discipline sportive, dalle più classiche alle meno convenzionali.

“I Green Days rappresentano un segnale di ripartenza all’insegna del benessere e dello sport – ha esordito la dirigente scolastica Ombretta Gentili spiegando poi nel dettaglio come saranno organizzate le tre giornate -. Grazie al sostegno di ben 11 associazioni sportive locali siamo riusciti ad organizzare un evento eccezionale che mi auguro possa aver un proseguo anche in futuro. Ogni plesso si misurerà con attività diverse, le quali saranno turnate a seconda dei giorni. I piccolini della scuola dell’infanzia resteranno nelle sedi scolastiche, solo quelli delle “Coccinelle” si sposteranno presso l’attiguo parco San Filippo per godere degli spazi verdi, mentre gli alunni della scuola primaria si sposteranno a seconda dei plessi in tutte le strutture del paese come la piattaforma da basket in pineta, il campo di atletica al “Ferranti”, il campo da baseball in via Caserta ed i campetti da tennis vicino alla piscina comunale. Vogliamo dare un messaggio di ripresa e di slancio ai nostri giovani – ha proseguito la Gentili -. Lo sport deve fungere da volano per tutto l’anno scolastico e, pertanto, deve essere amplificato a livello d’istituto con quante più attività possibili, grazie anche ad una collaborazione e ad una progettualità seria con tutte le associazioni che permettono al nostro istituto di presentare un’offerta formativa ricca”.

L’iniziativa, organizzata con il patrocinio del Comune di Porto Sant’Elpidio, è stata resa possibile grazie alla disponibilità delle tante associazioni e delle società sportive presenti sul territorio, che accompagneranno i piccoli atleti nel primo approccio con queste nuove attività con l’ausilio di istruttori qualificati. Nello specifico stiamo parlando dell’Aquarium di Giovanni Ripa, dell’associazione di atletica leggera di Leonardo Paci, della Chrono Bike di Porto San Giorgio, dell’Asd Unione Picena Baseball con responsabile Mirco Cannella ed ancora della Angel Project Volley di Daniele Ercoli, della Emmont Volley di Emanuele Monti, della Asd Ok Sport di Marco Marziali, dell’associazione sportiva dilettantistica Sporting Basket con responsabile Francesco Boffini, della TanTan Centro Yoga Fermo di Livia Martorana, dell’Asd Scacchi L’Avamposto di Roberto Gasparroni e della Montagnola Ciclismo Bugiardini, la quale metterà a disposizione le loro biciclette per i ragazzi.

Avrà un ruolo importante anche lo stabilimento “Saxa Beach” di Cristiano Recanati, che metterà a disposizione gli ombrelloni, le panche, i tavoli e i campetti da beach volley dello chalet per organizzare “Andate al mare con la scuola”, una giornata in cui i ragazzi andranno al mare sotto la supervisione di istruttori.

Un progetto tanto innovativo quanto complicato. “Non nascondo che noi insegnanti abbiamo accolto l’iniziativa con enorme scetticismo perché muovere più di mille ragazzi non è affatto semplice e non era per nulla immaginabile – confessa Susi Ferrari, insieme a Paola Mattiozzi deus ex machina dei Green Days -. Per questo ringraziamo le associazioni che ci sono venute subito incontro per permettere la buona riuscita di queste tre giornate che renderanno molto felici i bambini”.

“Ci apprestiamo a vivere un anno scolastico pieno, intenso e molto complicato – ha invece chiosato l’assessore Emanuela Ferracuti -. I ragazzi saranno sia contenti di di tornare tra i banchi di scuola sia, presumibilmente, impauriti: sarà compito degli insegnanti farli tornare a vivere la normalità scolastica e i Green Days rappresentano la spinta ideale per affrontare un anno scolastico molto difficile”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti