facebook twitter rss

Nicolai e la sfida per il rilancio di Casabianca e Lido di Fermo: “Urgente un piano strutturale per tutta la Costa Nord

FERMO - Nicolai: "In questa stagione abbiamo visto tutta la maggioranza in conferenza stampa a Lido di Fermo per inaugurare il passaggio del parcheggio davanti alla scuola elementare dal privato al pubblico. Ne siamo tutti felici, ma un po' poco per il parterre messo in campo"
Print Friendly, PDF & Email

 

 

“In questi mesi la situazione di Lido Tre Archi ha giustamente monopolizzato il dibattito politico nei quartieri fermani, ma una visione urgente e completa deve per forza partire da investimenti pianificati cercando fondi strutturali per il lungomare di tutta la costa Nord”. Così il consigliere comunale del Partito Democratico di Fermo Paolo Nicolai interviene nel dibattito sul futuro della costa Nord di Fermo, che include Casabianca, Lido di Fermo, San Tommaso. Da qui una serie di proposte e suggerimenti mirati al rilancio di quartieri che, fino ad oggi, non hanno trovato, secondo il Pd, una progettualità efficace. 

LOTTI DI CASABIANCA E ARREDO URBANO

“Negli ultimi anni – spiega Nicolai –  abbiamo discusso sui lotti di Casabianca (adesso venduti all’asta) con assemblee pubbliche e comitati spontanei di cittadini. Ad oggi, dove molti protagonisti di quell’epoca siedono nei banchi della maggioranza in questa amministrazione, non si è più discusso chiaramente su come studiare un progetto esecutivo completo sui 4 lotti, così da poter integrare il punto di vista turistico del territorio con l’abbattimento dei volumi per un urbanizzazione più educata e futuribile ed opere compensative da potere investire su Casabianca stessa. Quartiere che ha bisogno di una forte manutenzione di strade, parcheggi e marciapiedi oramai logorati dagli anni. Non una bella cartolina sia per chi risiede sia per chi viene in villeggiatura”.

Consigliere Pd che sottolinea: “Durante la scorsa campagna elettorale ho più volte evidenziato l’errore da parte della giunta di voler approcciare alla chetichella il problema degli ex lotti alberghieri, risolvendo con uno strumento di giunta e trattando lotto per lotto senza confronto consiliare il futuro di quegli interventi. È sbagliato sia da un punto di vista della prospettiva che da quello della forza pubblica nei confronti del privato stesso. Sono di nuovo a chiedere di portare in Consiglio comunale e nelle commissioni un piano complessivo integrato di tutto il territorio e che il cambio di destinazione d’uso dei lotti abbia la giusta ricaduta nel quartiere”.

LUNGOMARE, FASCIA VERDE E PISTA CICLABILE

Nicolai accende l’attenzione su un altro tema caldo: “La questione Lotti di Casabianca si incastra direttamente con la problematica legata all’urgente restyling del nostro lungomare nord. L’amministrazione deve attivarsi per trovare fondi e risorse per intervenire sulla riqualifica infrastrutturale della costa nord. C’è bisogno di un nuovo lungomare che possa fare da salotto costiero alla nostra città, dopo gli ultimi interventi urbanistici programmati non avremo più nemmeno un’offerta di parcheggi che ci ha contraddistinti in questi anni. Anche qui lancio un appello alla riorganizzazione e pianificazione impellente. Il Sindaco ha già anticipato i lavori per la pista ciclabile, non si può approcciare un investimento simile spostando due parcheggi e creando un canale raffazzonato chiamandolo poi pista ciclabile. Dovremmo operare con un’importante azione che lavori al futuro pensando alla vocazione turistica quindi creare un’opera seria e con spazi adeguati. Si sente spesso parlare di fascia verde, che doveva (secondo l’assessore Ciarrocchi) essere rivitalizzata dall’intervento del collettore CIIP; invece a parte qualche attrezzo da gioco sostituito ci troviamo con una zona verde tenuta male, ingiallita dalla sabbia e con panchine e zone di arredo ai limiti della decenza. Abbiamo passato un’estate particolare contraddistinta dal covid ma non si potrà più prorogare un intervento nella fascia in questione. Soprattutto chiedo condivisione e chiarezza con tutti i consiglieri anche di minoranza”.

NUOVO PIANO SPIAGGIA
Non manca anche l’ appello all’attuale amministrazione Calcinaro: “In tutto questo c’è da ragionare su di un nuovo piano spiaggia, che coinvolga anche il quartiere di San Tommaso e Lido Tre Archi, così da poter avviare un lavoro omogeneo su tutta la costa nord magari con strutture ricettive e spazi adibiti”.

CARTELLONE TURISTICO ED EVENTI
In questo caso Nicolai chiede un maggior lavoro: “Bisognerà rinnovare un cartellone turistico estivo integrando iniziative e progetti a quelli esistenti, in questi mesi prima dell’estate non è mai stata convocata neanche la III Commissione che si occupa anche di questo tema, pensiamo dopo un periodo così delicato che questo sia imbarazzante. Spesso il Sindaco chiede alla minoranza di essere costruttiva, ma non si danno opportunità e strumenti per dialogare e portare il proprio impegno”.

Da qui le conclusioni di Nicolai:  “La costa fermana ha la bellezza di 2 assessori che vivono nel quartiere, con deleghe specifiche. Se per la Cerretani si può dare il beneficio della prima esperienza e della mancanza di risorse adeguate messe a bilancio, per Ciarrocchi si tratta del secondo mandato quindi dovrebbe avere la sensibilità giusta per programmare interventi ordinari ed anche straordinari. In questa stagione abbiamo visto tutta la maggioranza in conferenza stampa a Lido di Fermo per inaugurare il passaggio del parcheggio davanti alla scuola elementare dal privato al pubblico. Ne siamo tutti felici, ma un po’ poco per il parterre messo in campo. Ci sono fondi e finanziamenti su cui poter lavorare nei prossimi anni, sia da stimolo a questa amministrazione per poter intraprendere questa strada. Come PD e coalizione Fermo Futura siamo e saremo sempre a disposizione della città, dando il nostro supporto per la crescita del capoluogo”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti