facebook twitter rss

Dopo vent’anni il centro Pastorale “Madre del terzo millennio” è realtà: emozione al taglio del nastro

FERMO - Mons.Pennacchio ha sottolineato il ruolo di prossimità della Parrocchia,” casa tra le case” richiamando il fine del nuovo centro : accoglienza e servizio verso tutti, nessuno escluso.
Print Friendly, PDF & Email

 

Nel pomeriggio di Domenica 19 settembre, al termine di un iter durato oltre 20 anni, l’Arcivescovo Mons. Rocco Pennacchio , con il taglio del nastro, ha solennemente inaugurato a Fermo in zona S.Andrea il centro Pastorale “Madre del terzo millennio” di proprietà della Parrocchia di S. Caterina d’Alessandria.

In un clima festoso e denso di emozione, alla presenza delle autorità cittadine , del Parroco Don Sergio Copponi e di moltissimi parrocchiani, Mons.Pennacchio ha sottolineato il ruolo di prossimità della Parrocchia,” casa tra le case” richiamando il fine del nuovo centro : accoglienza e servizio verso tutti, nessuno escluso.

Significativi gli interventi di Alfonso Sadutto a nome del Prefetto e del sindaco Paolo Calcinaro: il primo ha parlato di un nuovo punto luce per l’intera città dopo la pandemia.  Il Sindaco, dopo aver espresso meraviglia di fronte all’imponente edificio affacciato sul mondo e alla grande platea, ha ricordato le grandi difficoltà affrontate e superate dalla Parrocchia, sempre trovando collaborazione presso l’Amministrazione comunale.
Emozionato e insieme orgoglioso per l’opera realizzata , l’Arch. Paolo Santarelli ha illustrato l’idea originaria: “Collegare la nuova struttura al paesaggio, cercando di catturare da fuori la bellezza e fissarla all’interno attraverso le grandi vetrate affacciate sul mondo , il chiostro aperto alla luce con tutt’intorno le stanze per i diversi cammini di fede presenti in Parrocchia , la grande croce rivolta verso il mare”.

Dopo un breve saluto dei rappresentanti dei diversi cammini, si è svolta la Celebrazione, alla presenza di diversi sacerdoti. Nella sua omelia, l’Arcivescovo ha sottolineato il valore della croce intesa come sacrificio consapevole che nel tempo da frutto. Momento conviviale finale sotto lo sguardo di una grande luna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti